Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Liverpool, Klopp si scopre pratico: “Dovevamo vincere, il come non mi interessa”

(Photo by Peter Powell - Pool/Getty Images)

La decima vittoria consecutiva in campionato ad Anfield ha portato i reds a -1 dai Campioni d'Inghilterra in carica.

Redazione Il Posticipo

Il Liverpool di Klopp era dietro al Manchester City di 14 punti nello scorso ​​15 gennaio ma prima dello scontro diretto del prossimo weekend tutto è cambiato. La decima vittoria consecutiva in campionato ad Anfield ha portato i reds a -1 dai Campioni d'Inghilterra in carica.

PRATICO - Al termine della sfida con il Watford Klopp si scopre anche pratico: "Non mi importa molto dell'analisi legata alla partita. Oggi dovevamo soprattutto vincere e non importa come, senza andare troppo per il sottile. Ed è molto difficile essere obbligati a vincere.  Probabilmente la mia squadra poteva mettere in campo maggiore fantasia, ma è sufficiente aver portato a casa i tre punti. Devo fare i miei migliori complimenti al Watford e a Roy Hodgson. Questo allenatore sarà ancora richiamato in panchina anche quando avrà 80 anni perché sa organizzare e chiudere gli spazi davvero bene. ".

MATURA - Un Liverpool più maturo e consapevole. La squadra non si è specchiata. "Questo tipo di sfide richiedono grande concentrazione e determinazione. Mi è piaciuto molto constatare che la squadra abbia avuto sempre il controllo della partita anche dopo aver messo a segno due gol. Non abbiamo lasciato molto al Watford se non un paio di ripartenze".

 LIVERPOOL, ENGLAND - OCTOBER 02: Jurgen Klopp, Manager of Liverpool and Adrian of Liverpool celebrate during the UEFA Champions League group E match between Liverpool FC and RB Salzburg at Anfield on October 02, 2019 in Liverpool, United Kingdom. (Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

IMPATTO - La squadra ha risposto presente. Gomez si è ben disimpegnato come esterno destro. 20esimo gol stagionale di Diogo Jota. E pochi secondi dopo il gol, Alisson si è reso protagonista di una straordinaria parata su Kucka. "Sono soddisfatto anche della prestazione dei miei ragazzi a livello di interpretazione. Ho scherzato con Trent in panchina dopo il cross di Joe per il gol. Ho detto che non era lui. Scherzi a parte il cross è stato eccezionale e Joe si è ben disimpegnato sia in fase difensiva che offensiva. Credo debba essere davvero felice della sua prestazione anche se non ha giocato nella sua posizione preferita. Tuttavia, nonostante sia e resti un ottimo centrale, è molto utile che possa e sappia giocare anche come esterno destro basso".