Klopp si emoziona: “Sul campo c’era il sole. Il ritorno dei tifosi da pelle d’oca”

Il ritorno dei tifosi coincide con una gran prova del Liverpool.

di Redazione Il Posticipo

Il Liverpool…  balla con i lupi. I reds ritrovano parte dei loro tifosi e l’effetto, evidentemente, si sente. Certo, 2000 non bastano neanche a riempire una porzione di un settore di Anfield ma i reds se li fanno bastare. 4-0 al Wolverhampton e corsa finale sotto la Kop. Emozioni dimenticate e riassaporate. Al termine del match Klopp ha analizzato la sfida ai microfoni della BBC fra il tecnico e il… romantico.

SOLE – Un Klopp poetico nel post partita. E visibilmente emozionato. “Abbiamo giocato di sera, ma sul campo c’era il sole. Qualunque fosse il tempo fuori. Il ritorno dei tifosi allo stadio è stato da pelle d’oca. Questa volta è stato tutto fantastico. La partita, l’atmosfera. E quando i tifosi hanno iniziato a cantate “You’ll never walk alone” è stato qualcosa di davvero bello. Non immaginavo neanche quanto potesse esserlo. Tutto è iniziato a febbraio e aspettavamo da tempo che tornasse la normalità. Credo che non sia mai successo di apprezzarla così tanto, è stato molto, molto emozionante”.

PARTITA – Spazio anche per l’analisi di un match dominato dal primo al novantesimo. “Avevamo diverse opzioni su come affrontare la partita anche perché il Wolverhampton utilizza spesso sistemi di gioco diversi. Ho detto ai ragazzi come pressarli e la squadra ha recepito perfettamente messaggio e istruzioni. Sono stati eccezionali per come hanno approcciato e poi gestito la partita”. Il Liverpool chiude anche con un clean sheet. Non male per una difesa priva di Van Dijk. E una buona notizia per Kelleher. Klopp lo apprezza molto. “Un ragazzo molto maturo. Ha giocato con grande calma, ed è stato bravo anche con la palla fra i piedi e quando ha dovuto gestire la difesa. Credo che anche per lui sia una notte da ricordare”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy