Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Klopp perde l’arma segreta? Wijnaldum sibillino: “Difficile dire se voglio restare o andare via”

I Reds stanno vivendo una stagione esaltante tra Premier League e Champions, ma in vista della prossima potrebbero perdere qualche pezzo da novanta: Gini Wijnaldum è uno di questi

Redazione Il Posticipo

Il pareggio a sorpresa contro lo Shrewsbury Town al quarto turno di FA Cup non può scalfire quanto di buono fatto dal Liverpool di Jürgen Klopp, padrone assoluto in Premier League (22 vittorie in 23 partite). I Reds puntano anche al bis in Champions dopo la vittoria dello scorso anno: agli ottavi Mohamed Salah e compagni sfideranno l’Atletico Madrid del Cholo Simeone. Insomma Klopp sogna in grande, ma deve anche tenere d’occhio le sue stelle e soprattutto la sua arma segreta. Gini Wijnaldum infatti lascia una porta aperta all’ipotesi di cambiare squadra e lasciare l’Inghilterra tra 18 mesi...

NESSUNA FRETTA - Il Liverpool è tantissime cose: la velocità di Mohamed Salah e Sadio Mané in attacco, la solidità di Virgil van Dijk, ma anche l’intelligenza tattica di Gini Wijnaldum in mezzo campo. Il centrocampista olandese ha segnato una doppietta nel 4-0 al Barcellona nel ritorno delle semifinali dell’ultima Champions, spalancando le porte della finale in cui gli uomini di Klopp hanno battuto il Tottenham (2-0). L’arma segreta del tedesco però potrebbe finire nelle mani di un altro manager tra 18 mesi: il 29enne non ha ancora rinnovato il contratto che lo lega ai Reds e non ha nessuna fretta di farlo. Wijnaldum è stato sibillino quando gli è toccato rispondere alle domande sul suo futuro ai microfoni di Sky Sports: “Cosa mi piacerebbe? È difficile dirlo. Dipende da quello che vuole il club e da come sarà la situazione in quel momento. Vedremo... Anfield è casa per me. Mi concentro esclusivamente a chiudere al meglio questa stagione, è l’unica cosa a cui sto pensando”.

BENEDETTA PAUSA - Wijnaldum è un uomo prezioso all’interno dello spogliatoio anche perché quasi sempre è sulla stessa lunghezza d’onda di Klopp. L’olandese ha appoggiato la decisione del manager di far riposare i suoi giocatori in occasione del replay del quarto turno di FA Cup in programma ad Anfield tra qualche giorno.  Wijnaldum ha benedetto questa decisione: “Da quando sono in Premier, ho giocato sempre, non c’è mai stata una pausa invernale. Tirare il fiato aiuta e ti fa andare al massimo quando ricominci. Per noi giocatori è una buona cosa. Dobbiamo occuparci del nostro corpo. Se Klopp deciderà di mandare in campo i ragazzi dell’Under-23 al nostro posto, lo accetteremo”. Wijnaldum parla da leader dei Reds: lo sarà anche dopo i prossimi 18 mesi?