calcio

Klopp: “Ogni volta che Minamino non gioca è un crimine. Titolo possibile ma non probabile”

Klopp: “Ogni volta che Minamino non gioca è un crimine. Titolo possibile ma non probabile” - immagine 1

. Il Liverpool va sotto nel punteggio in casa del Southampton ma ribalta il punteggio e accorcia le distanze dal City.

Redazione Il Posticipo

Klopp rischia, ma non molla. Il Liverpool va sotto nel punteggio in casa del Southampton ma ribalta il punteggio e accorcia le distanze dal City. Il tecnico ha analizzato la sfida su skysports.

OK - Vittoria che porta il Liverpool a un solo punto dal City  90' da giocare. Vittoria colta riuscendo anche a ruotare nove uomini. "Il modo in cui abbiamo giocato con nove cambi è eccezionale. Una prestazione incredibile, nonostante abbia cambiato nove calciatori, ma ho pensato che avremmo avuto maggiori problemi facendo giocare chi aveva già accumulato 180' di altissima intensità. Se avessimo perso mi sarei preso ogni responsabilità. Ho apprezzato la mentalità dei ragazzi che quando sono andati sotto di un gol avrebbero potuto vivere lo svantaggio come qualcosa di immeritato. Lo era, ma la squadra è stata abilissima a non perdere la calma. E poi ha ribaltato la partita con dei gol meravigliosi. Non so come altro ringraziare ed elogiare questo gruppo. Devo anche scusarmi con qualcuno perché gioca poco. Ogni volta che Minamino resta fuori dagli undici titolare commetto un crimine". 

Klopp: “Ogni volta che Minamino non gioca è un crimine. Titolo possibile ma non probabile”- immagine 2

RINCORSA - Restano altri 90' da giocare. Il Liverpool ha dato il massimo. E adesso si aggrappa a Gerrard che con il suo Aston Villa andrà a giocare l'ultima all'Etihad. "I villans scenderanno in campo anche in questa settimana e questo può essere un fattore. Tuttavia non lasceremo nulla di intentato. Giochiamo ad Anfield, davanti al nostro pubblico, è l'ultima partita casalinga della stagione e ci sarà un'atmosfera eccezionale che cercheremo ovviamente di sfruttare per centrare i tre punti e non avere rimpianti. Il calcio a volte non è così complicato, è già accaduto che il City abbia vinto il campionato con un distacco millimetrico. Noi dobbiamo solo vincere e sperare che il City si fermi in casa contro una squadra che avrà giocato anche giovedì prima di tornare in campo. Non è una situazione che dipende da noi, ma dobbiamo comunque concentrarci sul nostro lavoro. Non nascondo che l'impresa sia possibile ma è anche altrettanto improbabile che accada".