Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Klopp nella storia, eguagliato Ferguson: “Non ho più le unghie, sono sparite”

Klopp nella storia, eguagliato  Ferguson: “Non ho più le unghie, sono sparite” - immagine 1

Il tecnico del Liverpool, dopo la vittoria ottenuta ai calci di rigore ai danni dei blues, è diventato il secondo allenatore a vincere, con lo stesso club, Champions, Coppa di Lega e FA Cup.

Redazione Il Posticipo

Liverpool - Chelsea è una sfida destinata a finire in parità. Serataccia per i blues, che diventano la prima squadra della storia del calcio inglese a perdere tre finali di fila. Arsenal, Leicester e Liverpool hanno recato dispiacere ai blues che "perfezionano" il record negativo. Anche il Newcastle era riuscito a perdere tre finali consecutive di FA CUP, ma perlomeno non consecutivamente. Le magpies hannio visto gli avversari sollevare il trofeo nella finale del 1974 (proprio contro il Liverpool) in quella del 1998 (contro l'Arsenal) e del 1999 (United).

SPECIALE - Serata speciale invece per Jürgen Klopp. Il tecnico del Liverpool, dopo la vittoria ottenuta ai calci di rigore ai danni dei blues, è diventato il secondo allenatore a vincere, con lo stesso club, Champions, Coppa di Lega e FA Cup. Prima di lui c'era riuscito solo un certo Alex Ferguson. Adesso non gli resta che completare l'opera. Nel 1999, quello United riuscì a centrare il "treble" portandosi a casa anche la Premier e la Champions nella finale contro il Bayern Monaco. Nel frattempo si mette in tasca il secondo titolo. Le parole del tecnico tedesco sono riprese dalla BBC. "Eccezionale, è stata una partita incredibile e intensa contro il Chelsea. I nostri avversari si sarebbero meritati la vittoria esattamente come noi e come quando ci siamo giocati la Coppa Carabao ma a volte sono i dettagli a decidere".

UNGHIE - Sembra che quando queste due squadre si incontrino, l'epilogo non possa che essere sportivamente drammatico. "Non potrei essere più orgoglioso dei miei ragazzi. Hanno giocato una grandissima partita, lottando duramente andando oltre i limiti nella profusione dello sforzo per superare ogni difficoltà. Il Chelsea ci ha messo in grande difficoltà, i calci di rigore sono stati davvero qualcosa di snervante. Creo che le mie unghie siano sparite. Sono davvero felice, ma posso anche immedesimarmi nell'amarezza dei nostri avversari che per due volte ci hanno tenuto testa per 120' senza mai ottenere una vittoria. Deve essere molto difficile da accettare ma  queste partite devono finire con un vincitore. Sono contento ma i blues meritano comunque tutta la nostra ammirazione. Sono dei veri mostri dal punto di vista mentale".