Klopp, ma che dici? “Brutto Liverpool… per colpa degli infortuni dello United!”

I Reds non sono andati oltre il pareggio nella sfida dell’Old Trafford. Il tecnico tedesco ha commentato la prestazione dei suoi tirando in ballo soprattutto quanto accaduto a sorpresa tra le fila dei Red Devils: che cosa c’è di vero?

di Redazione Il Posticipo

Poco spettacolo, tanta intensità… e troppi infortuni. La sfida tra Manchester United e Liverpool all’Old Trafford è stata sicuramente condizionata da quanto accaduto nel primo tempo, quando quattro giocatori sono stati costretti ad abbandonare il campo: Jürgen Klopp ha dovuto richiamare in panchina Roberto Firmino, mentre ad Ole Gunnaer Solskjaer è andata decisamente peggio (out Juan Mata, Ander Herrera e Jesse Lingard). E lo United ha avuto anche parecchi problemi nel finale di partita, quando il malconcio Marcus Rashford è stato costretto a restare in piedi perché la sua squadra aveva finito i cambi. Una situazione che secondo Klopp avrebbe condizionato… il Liverpool!

TROPPI INFORTUNI – Il Liverpool ha offerto una prestazione tutt’altro che scintillante in casa dello United… e la colpa sarebbe stata tutta degli avversari. Le precoci sostituzioni in casa dei Red Devils avrebbero spezzettato continuamente il gioco condizionando la prestazione dei Reds. Klopp lo ha spiegato chiaramente nel post-partita: “Abbiamo iniziato la partita come volevamo. Poi ci sono stati tutti quegli infortuni e tutte quelle interruzioni hanno spezzato il nostro ritmo”. Le tre sostituzioni del primo tempo in casa United hanno costretto il Liverpool ad affrontare una squadra diversa rispetto a quella che Klopp si aspettava: “Abbiamo perso il ritmo e non siamo riusciti a recuperarlo. Poi si è fatto male anche Firmino nella prima frazione e questa cosa non ci ha aiutato”.

MOMENTACCIO – Gli infortuni del primo tempo non hanno condizionato solo i piani della capolista della Premier, ma anche quelli della squadra di Solskjaer come ribadito da Klopp al fischio finale: “È stato tutto completamente diverso rispetto a quello che ci aspettava, il gioco è cambiato e non è stato un bene”. Supposizioni tattiche a parte, di fondato c’è il calo vistoso dei Reds, che nelle ultime quattro partite di Premier hanno vinto solo una volta (col Bournemouth) e pareggiato nelle altre tre occasioni (Leicester, West Ham e Manchester United) e ora il City ha solo un punto di ritardo dalla capolista. La vittoria per la squadra di Klopp non è arrivata nemmeno contro il Bayern ad Anfield nell’andata degli ottavi di Champions (0-0). Il pari con lo United è arrivato davvero per colpa degli infortuni (altrui) o c’è una brusca frenata dei Reds?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy