Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Klopp: “Liverpool pessimo. Il Brighton sarà stato felice di incontrarci, gli abbiamo reso tutto facile”

Klopp: “Liverpool pessimo. Il Brighton sarà stato felice di incontrarci, gli abbiamo reso tutto facile” - immagine 1
La sensazione è che la sconfitta maturata dica molto di più del risultato. E possa pesare anche in prospettiva.

Redazione Il Posticipo

Jurgen Klopp ne prende tre dal Brighton e il suo Liverpool affonda verso la metà della classifica. Il tecnico del Liverpool, parlando ai microfoni della BBC, non nasconde la propria preoccupazione per quanto accaduto contro la squadra di De Zerbi ma dà anche la sensazione di essere svuotato di fronte a una crisi che ha le sembianze dell'ineluttabilità di una squadra a fine ciclo.

DOMINATO

—  

Il Liverpool è stato dominato dall'inizio alla fine della partita. Mai visto qualcosa del genere." Sono davvero frustrato. Un pomeriggio pessimo. Davvero brutto. Non ricordo una partita peggiore di questa. Non ricordo un solo momento positivo in questa partita. Il Brighton era la squadra migliore, ha strameritato di vincere la partita. Oggi ho visto una partita fra una squadra organizzata e una che non lo era. Posso immaginare quanto siano stati felici di incontrarci oggi. Gli abbiamo reso tutto troppo facile, perdendo troppi palloni senza mantenere concentrazione e distanza fra i reparti, ci hanno messo sempre in mezzo, ho visto il peggio possibile".

KO

—  

Il Liverpool è apparso allo sbando. E anche Klopp ha dato la sensazione di aver mollato la presa. "Ho anche pensato, durante la partita, di apportare dei cambiamenti ma probabilmente non avremmo spostato di molto l'inerzia della squadra. Se non vinci gli uno contro uno in mezzo al campo e perdi regolarmente il pallone, non c'è formazione o soluzione che invertire la rotta. Una partita così non si può recuperare. Mi spiace per il risultato ma se mi si chiede una svolta  non posso dare risposte che vorrebbero sentire dopo una partita come questa. Non ci resta che lavorare e trovare soluzioni con le opzioni che abbiamo a disposizione".

FUTURO

—  

Difficile immaginare un futuro cin queste premesse. La sensazione è che la sconfitta maturata dica molto di più del risultato. E possa pesare anche in prospettiva. "Quel che ho visto oggi è una squadra con poca autostima e fiducia in sé stessa. Eppure sono scesi in campo gli stessi giocatori che spesso si sono resi protagonisti di partite eccezionali. Ovviamente sono preoccupato, sarebbe impossibile non esserlo dopo una partita come questa che ha fatto suonare tantissimi campanelli d'allarme".