Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Klopp: “Io emotivo a bordo campo? Rispetto a Simeone sono un poliziotto dell’asilo…”

Tornare al Wanda è una emozione particolare per Klopp, ma questa volta non è una finale e i padroni di casa sono un avversario piuttosto ostico. E in conferenza il tecnico lo ricorda a modo suo...

Redazione Il Posticipo

Klopp e il ritorno al Wanda. In questo stadio, il tecnico tedesco si è laureato Campione d'Europa ma questa volta sarà diverso. Non è una finale, si gioca sui 180' e l'Atletico Madrid è uno degli avversari più scomodi da affrontare. Il tecnico ha parlato in conferenza stampa e le sue parole sono riportate dal Liverpool Echo.

DIFFIDENTE - Klopp diffida delle critiche rivolte alla squadra di Simeone. "L'Atletico non ha giocato così male in questa stagione come dicono. La critica è così. L'Atletico ha perso buoni giocatori e i  nuovi devono abituarsi alla filosofia e ai metodi di gioco. Ci vuole tempo. Tuttavia, se c'è una squadra contro cui devi essere al meglio, è proprio l'Atletico. Non ti concedono nulla, si chiudono e contrattaccano. Contro di loro,  non si dà il massimo, non si riesce neanche a fare un tiro in porta. Sono una macchina da risultato. C'è una ragione, se hanno giocato così tante finali europee"

FAVORITI - Il Liverpool resta comunque favorito anche se Klopp ritiene che non si parta da una posizione di assoluto vantaggio. "Anche noi siamo organizzati, giochiamo a calcio, abbiamo diverse soluzioni di gioco. Non ci sentiamo i vincitori della Champions League della scorsa stagione, ma siamo una delle pretendenti. Vogliamo arrivare a Istanbul".

CONFRONTO - Simeone contro Klopp, sfida fra allenatori "emotivi". E il tecnico del Liverpool regala la perla. "La gente dice che sono emotivo ai bordi del campo. Se io raggiungo un livello, diciamo quattro, Diego è  a 12. Rispetto a lui sono un poliziotto dell'asilo.  Non posso dire quali siano le differenze, non lo conosco a livello manageriale. Lui era un giocatore di livello mondiale e io no, questo è ovvio. squadre di Diego sono organizzate, lui è uno dei migliori a livello mondiale. Ci siamo incontrati una o due volte, ma è il nostro primo incontro a questi livelli. Sarà interessante".