Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Klopp: “Ho amato ogni secondo del primo tempo, siamo al settimo cielo”

(Photo by Peter Powell - Pool/Getty Images)

Liverpool e Manchester City mantengono ancora una volta promesse e premesse. Gol e spettacolo

Redazione Il Posticipo

Liverpool e Manchester City mantengono ancora una volta promesse e premesse. Gol e spettacolo. Questa volta doveva uscire un vincitore ed è stata la squadra di Klopp a centrare la finale. Reds che sembravano aver messo in ghiaccio la sfida ma la squadra di Guardiola è tornata in partita regalando un finale memorabile. Al termine di 90' intensissimi, il tecnico tedesco ha parlato ai microfoni della BBC.

ORGOGLIO - Klopp non lascia spazio alle interpretazioni: "Credo sia stato il miglior primo tempo che il Liverpool abbia mai giocato. Ne ho amato ogni singolo secondo. Sono orgoglioso dei miei ragazzi hanno mostrato un carattere incredibile dopo non aver sbagliato nulla nei primi 45'. Dopo il gol del City la partita è esplosa ed è deflagrata la qualità del City, una squadra pazzesca. Li rispettiamo tantissimo e siamo così felici proprio perché consapevoli di quanto sia difficile vincere contro di loro. Occorre essere al top della concentrazione per riuscirci".

 MADRID, SPAIN - JUNE 01: Jurgen Klopp, Manager of Liverpool celebrates with the Champions League Trophy after winning the UEFA Champions League Final between Tottenham Hotspur and Liverpool at Estadio Wanda Metropolitano on June 01, 2019 in Madrid, Spain. (Photo by Michael Regan/Getty Images)

POKER - Per il Manchester City il sogno del triplete è finito ma c'è ancora la possibilità della doppietta Premier League-Champions League. Mentre si tratta della prima finale di FA Cup per Jurgen Klopp mentre il Liverpool mantiene vive le speranze di centrare il poker di trofei in una stagione. Sarebbe un trionfo senza precedenti. "Non è ancora il momento di pensarci dobbiamo giocare la finale. Vincere contro il City ci permette di giocare la sfida decisiva per l'assegnazione del titolo. Non sarà una passeggiata anche perché il calendario è molto fitto e non credo che da qui alla fine della stagione potremmo allenarci e preparare la partita in una settimana completa. Ma non importa, anzi chi se ne frega. Siamo qui perché vogliamo vincere e riuscirci è l'unico modo possibile per inseguire il poker. In questo momento però ci godiamo l'affermazione contro il City. Siamo al settimo cielo, abbiamo battuto la squadra di calcio più forte del mondo e per noi questo è un momento davvero speciale".