Klopp fra delusione e ironia: “Risultato incredibile? No, l’ho visto e ci credo. Abbiamo perso il controllo, colpa nostra”

Il tecnico assorbe la sconfitta complimentandosi con gli avversari, ma la prestazione non gli va giù.

di Redazione Il Posticipo

Aston Villa – Liverpool 7-2. Una sconfitta clamorosa, quella dei Campioni d’Inghilterra che crollano incredibilmente al villa Park. Una sconfitta senza precedenti, perlomeno nel XXI secolo. Klopp analizza la sfida fra delusione, sarcasmo e realismo. Le sue parole sono riportate dalla BBC.

INCREDIBILE – Un risultato che ha dell’incredibile. “Beh, io c’ero. Ero qui e l’ho visto, quindi posso credere che sia accaduto anzi è abbastanza facile che sia accaduto realmente. Scherzi a parte, mi voglio complimentare con i Villans, hanno giocato davvero una buona partita. Hanno disputato una partita fisica, intelligente. Noi invece siamo stati molto ingenui nel concedere occasioni e nel non sfruttare le nostre. Abbiamo avuto diverse possibilità, ma non credo che di fronte ai nostri enormi errori saremmo riusciti, anche concretizzandole tutte, a pareggiare per 7-7”.

APPROCCIO – Il Liverpool ha sbagliato approccio. “Tutto è iniziato con il primo gol. Da quel momento in poi abbiamo rincorso la partita commettendo una imperdonabile serie di errori. Abbiamo perso e riperso palloni nelle zone sbagliate del campo e la squadra non ha protetto adeguatamente la propria porta. Abbiamo perso il filo del match. Di solito anche quando prendiamo il gol dello 0-1 riusciamo a giocare come vogliamo. Ma non siamo stati capace di gestire la partita e ogni pallone perso si è trasformato un un contropiede”.

COLPE – Klopp non ha dubbi. Il Liverpool è il primo responsabile di questa sconfitta. “Siamo stati anche sfortunati ma non parlerei di coincidenze. Credo che alla luce di quanto si sia visto in campo non possiamo dare la colpa proprio a nessuno. Tranne che a noi stessi. Non è stata una partita sciatta, ma proprio brutta. Tutto quello che non si doveva fare, l’abbiamo fatto. Mi piacerebbe tornare subito in campo per un allenamento e parlare di quanto accaduto con i ragazzi ma ci sono gli impegni con le nazionali. Spero solo che tornino sani per preparare la sfida contro l’Everton”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy