Klopp-flop? Se il tedesco è di parola rischia di…andare ad allenare in Svizzera!

Jurgen Klopp rischia di uscire dalla Champions League ed è ad un punto dal Manchester City a due giornate dalla fine di campionato. Rischia l’esonero? No ma forse rischia…. l’auto-esilio in Svizzera.

di Redazione Il Posticipo

Era la partita più attesa, un match combattutissimo tra due squadre straordinarie e alla fine Barcellona-Liverpool è terminata 3-0 per i padroni di casa. Il mancato arrivo del gol in trasferta complica le cose per i Reds, che sono obbligati a ribaltare il risultato e vincere 4-0 ad Anfield il 7 maggio. La sconfitta in finale dello scorso anno ancora brucia e un’eventuale abbandono in semifinale potrebbe non essere accolto con indifferenza dai tifosi della Kop. Anche in campionato, dopo un’intera stagione-duello, il Manchester City di Guardiola è sopra di un punto. Dopo una stagione comunque straordinaria, Klopp rischia di rimanere a mani vuote e di infliggersi… un auto-esilio?

IN ESILIO IN SVIZZERA – Klopp, nel giorno della sua conferenza stampa di presentazione come nuovo allenatore del Liverpool dell’8 ottobre 2015, aveva chiesto ai tifosi di portare pazienza ancora per un po’: “Per favore, dateci del tempo per lavorare. Quando sarò seduto sulla panchina del Liverpool da quattro anni, credo che potremmo vincere un titolo. Altrimenti, probabilmente, vincerò il prossimo in Svizzera“. Difficile a dirsi ma Klopp potrebbe presentarsi a fine stagione senza aver vinto nulla, da secondo in campionato e da semifinalista di Champions League.

PALLA A RODGERS – Klopp, però, non deve arrendersi: il Liverpool può contare su due ultimi scontri di campionato abbastanza facili. In primis Klopp incontrerà l’ex allenatore dei Reds, Rafa Benitez che non ha più nulla da chiedere al campionato dopo essersi assicurato la salvezza, e poi il Wolverhampton che non può più sperare di entrare in Europa. Il Manchester City, invece, ha uno scontro un po’ meno abbordabile in programma, non tanto per fini di classifica, quello con il Leicester City di Brendan Rodgers. Il nord-irlandese non è soltanto il proprietario di casa di Klopp ma anche l’ex allenatore del Liverpool e, chissà, magari farà un favore alla sua ex squadra. Alla fine, avrebbe ancora qualcosa da guadagnarci: tante altre mensilità d’affitto da parte di un Klopp non più obbligato a partire per la Svizzera. Su, in fondo basta anche un pareggio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy