Klopp fa…le referenze di Götze: “Per rivedere il vecchio Mario serve continuità e non dargli il peso di dover cambiare il mondo”

Klopp fa…le referenze di Götze: “Per rivedere il vecchio Mario serve continuità e non dargli il peso di dover cambiare il mondo”

Mario Götze, stella del Borussia che ha fatto sognare il mondo, dopo le splendide stagioni in giallonero e il gol che è valso il mondiale alla Germania nel 2014 ha intrapreso una spirale negativa. Il ritorno a Dortmund non ha funzionato e ora il tedesco è in scadenza. Ma per trovargli un acquirente…ci pensa Klopp.

di Redazione Il Posticipo

Un po’ allenatore, un po’ padre. Jürgen Klopp ha un rapporto con i suoi calciatori che trascende le questioni di campo. E molti dei suoi fedelissimi, una volta estrapolati dal “pianeta Kloppo”, non sono riusciti a replicare le splendide prestazioni offerte sotto la guida dell’attuale tecnico del Liverpool. Un esempio su tutti? Mario Götze, stella del Borussia che ha fatto sognare il mondo, ma che dopo le splendide stagioni in giallonero e il gol che è valso il mondiale alla Germania nel 2014 ha intrapreso una spirale negativa. Il ritorno a Dortmund non ha funzionato e ora il tedesco è in scadenza. Ma per trovargli un acquirente…ci pensa Klopp.

CONTINUITÁ – Il tecnico campione d’Europa in carica parla a Sky Deutschland e spiega cosa serve al suo pupillo per ritrovare la forma e forse anche le motivazioni dei vecchi tempi. “Tutti quanti nel mondo del calcio sapevano che ha il contratto in scadenza. E se le cose non sono state sistemate prima, i segnali che il rapporto col Borussia sarebbe finito c’erano. Mario probabilmente avrà bisogno di giocare un po’ di partite di seguito. Ha bisogno di un club che gli dia la sensazione di non essere costretto a cambiare il mondo in ogni partita. Al contrario, deve giocare normalmente e farlo con continuità. Solo allora penso che rivedremo il vecchio Mario Götze”.

SCELTA MIGLIORE – Complicato però pensare che potesse avvenire nella squadra di Favre, che in avanti ha una batteria di trequartisti giovani ma già affermati. Abbastanza per far decidere le due parti a non rinnovare il contratto. La scelta migliore per tutti, come spiega Klopp. “Questo ovviamente non è possibile al Borussia Dortmund al momento, vista la qualità che hanno nel reparto offensivo. E quindi ha totalmente senso che Mario lasci il club. Onestamente, gli auguro tutta la fortuna del mondo. Credo che sia un calciatore eccezionale e una persona altrettanto eccezionale. Lo adoro e gli auguro sempre tutto il meglio”. E chissà che le sue referenze non lo aiutino…a trovare lavoro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy