Klopp dona 5000 euro per Sean Cox: un gesto…da Liverpool

Il tecnico del Liverpool incarna pienamente lo spirito del “You’ll never walk alone” e dopo aver visitato lo sfortunato tifoso in occasione dell’amichevole estiva giocata con il Napoli a Dublino, partecipa alla raccolta fondi per le cure di Sean Cox con una cifra importante.

di Redazione Il Posticipo

Klopp, un cuore grande così che incarna il senso del Liverpool. Non è solo una squadra di calcio. E “You’ll never walk alone” non è un semplice motto. È un modo di vivere e concepire il club come una grande famiglia. In cui nessuno, specie se in difficoltà cammina da solo.

DONAZIONE – Il tecnico del Liverpool ha donato 5000 euro per la raccolta fondi destinata alle cure di Sean Cox, il tifoso irlandese dei Reds rimasto gravemente ferito prima dell’andata di semifinale di Champions con la Roma. La degenza dell’uomo, risvegliatosi dallo stato di coma, è ancora lunga e, a quanto sembra, secondo quanto riportato dal Mirror, che ha ripreso la notizia dal quotidiano “Liverpool Echo”. Sembra che il tifoso debba ancora prolungare la sua convalescenza per un periodo piuttosto lungo e, ovviamente, costoso. E Klopp, non appena è venuto a conoscenza della cosa, ha immediatamente donato una cifra che è assolutamente alla sua portata, ma molto considerevole per i bisogni del tifoso.

RIPRESA – La raccolta su “Gofoundme” grazie alla generosità di Klopp ha raggiunto 55mila euro. Una cifra importante, che può permettere di proseguire le cure al tifoso. Secondo quanto trapela da Dublino, la ripresa è lenta ma costante. Anche se la via del recupero totale sembra ancora lunga e difficile. Da quel 24 aprile però nessuno lo ha dimenticato. Sia il Liverpool che i tifosi di altre squadre hanno partecipato al crowdfunding.

RICORDO – Anche la squadra ricorda spesso Sean: lo ha fatto in occasione della sfida di ritorno all’Olimpico, dedicandogli la vittoria in semifinale, e poi nella amichevole giocata contro il Napoli. In quella occasione, la partita si giocava a Dublino e Klopp, mostrando grande sensibilità, si è ritagliato uno spaio di tempo per andare a trovare di persona il tifoso. Sean Cox non è solo. Nelle parole e nei fatti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy