Klinsmann, allenatore…di frodo: il tedesco non ha rinnovato la licenza e potrebbe non andare in panchina!

Klinsmann, allenatore…di frodo: il tedesco non ha rinnovato la licenza e potrebbe non andare in panchina!

Klinsmann si è rimesso in gioco in Bundesliga e allena l’Hertha Berlino. O almeno, questo è ciò che dovrebbe fare, se non ci fosse un intoppo burocratico che gli può impedire di andare in panchina alla ripartenza del campionato tedesco…

di Redazione Il Posticipo

Per chiunque abbia vissuto il calcio degli anni Ottanta e Novanta, Jürgen Klinsmann è una leggenda. L’ex attaccante tedesco, protagonista della Coppa Uefa dell’Inter del 1991 e del mondiale italiano con la maglia della Germania, ha fatto innamorare tutti in Italia (con una breve esperienza anche alla Samp), Francia (Monaco) Inghilterra (Tottenham) e in patria, prima di finire la carriera negli Stati Uniti, dove è rimasto a vivere. E il suo palmares racconta anche di un Europeo, sempre con la Mannschaft, un campionato tedesco e un’altra Coppa Uefa con il Bayern e diversi premi individuali.

ALLENATORE… – Da allenatore non gli è andata invece troppo bene. Dopo anni passati in campo, la transizione verso la panchina è stata rapida, al punto che il suo primo incarico è stato proprio quello di CT della Germania.Ma con la nazionale tedesca si è dovuto arrendere all’Italia nel mondiale casalingo del 2006 e l’unica soddisfazione con gli USA è stata una Gold Cup nel 2013. Della stagione al Bayern Monaco, terminata con un esonero nell’aprile 2009, meglio non parlare affatto. Ora però Klinsmann si è rimesso in gioco in Bundesliga e allena l’Hertha Berlino. O almeno, questo è ciò che dovrebbe fare, se non ci fosse un intoppo burocratico che, come riporta la Bild, gli può impedire di andare in panchina alla ripartenza del campionato tedesco.

…SENZA LICENZA – Come nel più classico dei film, l’ex attaccante dell’Inter…si è dimenticato di rinnovare in tempo la sua licenza di allenatore, valida fino a fine 2019, e quindi rischia di dover lasciare spazio al suo vice, Alexander Nouri, nel match che nel weekend vedrà la sua squadra opposta al Bayern Monaco. Klinsmann spiega però che i documenti ci sono tutti, il problema è che se li è scordati negli Stati Uniti. “Quando sono venuto a Berlino non mi aspettavo di diventare allenatore dell’Hertha e quindi non li ho portati. E a Natale mi sono dimenticato di prenderli. Ora a casa mia in California non c’è nessuno, perchè mia moglie è con mia figlia nella città dove lei studia. Ma sto lavorando per risolvere il caso”. E farà meglio a sbrigarsi, perchè si sa, i tedeschi alle regole ci tengono parecchio. E non guardano in faccia neanche un mito come lui!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy