Kinsey, missione Copa America fallita: la Wolanski e il suo fidanzato vengono bloccati e…messi in prigione!

Kinsey, missione Copa America fallita: la Wolanski e il suo fidanzato vengono bloccati e…messi in prigione!

Stavolta missione fallita per la coppia di invasori di campo più celebre del calcio mondiale. Kinsey Wolanski e il suo fidanzato sono finiti in cella, dopo essere stati bloccati mentre si preparavano a entrare sul terreno di gioco del Maracanà durante la finale di Copa America.

di Redazione Il Posticipo

Fare bene non è difficile, quello che è complicato è…ripetersi. E quando si hanno addosso tutti i riflettori, diventa difficile mantenere certi standard. Lo hanno imparato a loro spese Kinsey Wolanski, ormai celebre per l’invasione di campo durante la finale di Champions League tra Liverpool e Tottenham, e il suo fidanzato, lo youtuber Vitaly Zdorovetskiy. Visto che il siparietto ha causato loro tanta popolarità e soprattutto tanti accessi al sito del russo, i due hanno pensato di riprovarci in Brasile, durante la finale di Copa America tra i padroni di casa e il Perù. Ma come racconta il Daily Mail, non tutto è andato come si aspettavano.

PRIGIONE – Al punto che la Wolanski e il suo fidanzato sono finiti in cella, dopo essere stati bloccati mentre si preparavano ad invadere il campo del Maracanà. A svelarlo è la stessa modella sul suo profilo Instagram, ammettendo di…essere stata sconfitta. Il primo post è una foto con una didascalia abbastanza preoccupante: “Abbiamo fallito l’obiettivo Copa America. Domani posterò altri dettagli, al momento siamo in prigione”. E al post la coppia aggiunge delle foto con tanto di vestiti da tifosi brasiliani e parrucche. Il giorno successivo, in effetti, arrivano i famosi dettagli.

TUTTO VERO? – “Copa America, devo ammettere che alla fine hai vinto tu. Ma abbiamo vissuto un’avventura assurda per provare a fare invasione. Siamo volati in Brasile, ci siamo travestiti, abbiamo raggiunto i nostri posti, ma è finito tutto con Vitaly placcato da una ventina di guardie di sicurezza. Ora siamo fuori di prigione e abbiamo intenzione di goderci un po’ di tempo in Brasile!”. Tutto vero? Altra trovata pubblicitaria? Chissà. Nel dubbio, se la Wolanski ci avesse davvero riprovato, in fondo non bisognerebbe stupirsi troppo. La modella aveva spiegato che avrebbe continuato con questi scherzetti. Il tutto per assicurarsi…la pensione prima dei trent’anni. Ma se tutte le security dovessero prenderla come quella brasiliana, il rischio è di finire spesso in queste situazioni!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy