Keylor Navas si sfoga: “Con Solari non avrei mai giocato. Mi sono commosso quando…”

Keylor Navas si sfoga: “Con Solari non avrei mai giocato. Mi sono commosso quando…”

Il portiere rivela le sensazioni provate quando sulla panchina del Real c’era ancora il tecnico argentino. Da quando è ritornato Zinedine Zidane, la musica è cambiata per il costaricano, tornato titolare nella partita vinta contro il Celta Vigo…

di Redazione Il Posticipo

In meno di un anno è passato dalle stelle alle stalle… ma da quando è ritornato Zizou ha rivisto la luce! Keylor Navas ha vissuto una stagione difficile al Real per colpa del suo rapporto molto complicato con Santiago Solari. Il tecnico argentino infatti ha spedito il costaricano in panchina, nonostante fosse stato il portiere titolare nelle ultime tre stagioni… quelle delle tre Champions League di fila! Il ritorno di Zinedine Zidane ha ridato speranza al giocatore, che è sceso in campo dal primo minuto al posto di Thibaut Courtois nella partita vinta contro il Celta Vigo.

NESSUNA POSSIBILITÀ – Keylor Navas ha raccontato le sue sensazioni al “El Partidazo” di Cadena Cope. Piatto forte dell’intervista il rapporto tra il portiere e Solari: “Qualunque cosa avessi fatto in allenamento non avrebbe cambiato le cose… Non avrei giocato. Ma io sono stato un professionista, ero sempre motivato a fare bene perché sono un privilegiato”. Al portiere è andata di traverso la scelta presa da Solari durante la partita col Cska Mosca, l’ultima della fase a gironi di Champions, persa dal Real 3-0: “È stata piuttosto brutta. Quasi tutti i miei compagni hanno avuto l’opportunità di giocare, io no… È stato difficile da accettare, ma ho affrontato la situazione e ho continuato a lavorare. Non sono una macchina, ma il livello dei miei allenamenti è sempre stato lo stesso. Posso difendere questa cosa davanti a chiunque”. Da quando è tornato Zidane però la musica sembra cambiata…

TITOLARE – Il portiere si è ripreso la porta del Real all’esordio stagionale del tecnico francese in panchina: “Mi sono commosso quando ho visto il mio nome negli undici titolari. Ora penso a concentrarmi sulla nuova fase con Zidane, mi devo godere quello che viene. Sono tranquillo perché so che darà l’opportunità a tutti i giocatori, non solo a me”. Il tecnico darà qualche possibilità anche a Courtois, in panchina contro il Celta Vigo: “Le competizioni devono essere sane, dietro il calciatore c’è sempre la persona. Non ho problemi con Courtois. Il mio rapporto con lui è stato sempre normale”. Uno dei due potrebbe essere di troppo la prossima estate, ma Keylor Navas al momento non sembra volerci pensare: “Ho un contratto e sono concentrato su quello che sta arrivando. Ho dato tutto per questo club e continuerò a darlo, ma non voglio passare un altro anno così”. Nei momenti più brutti il portiere ha sentito il calore della squadra: Ramos, Modric, Marcelo, Kroos, Bale, Isco non mi hanno mai lasciato solo”. Il futuro è tutto da scrivere, ma il ritorno di Zidane fa pensare a Keylor Navas che forse il Real possa essere ancora suo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy