Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Kane lascia il Tottenham: per chi lo vuole, sarà braccio di ferro con Levy

ZAGREB, CROATIA - MARCH 18: Harry Kane of Tottenham Hotspur looks dejected following defeat in the UEFA Europa League Round of 16 Second Leg match between Dinamo Zagreb and Tottenham Hotspur at Stadion Maksimir on March 18, 2021 in Zagreb, Croatia. Sporting stadiums around Europe remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Jurij Kodrun/Getty Images)

Il centravanti degli Spurs e della nazionale inglese lascerà il North London al termine della stagione.

Redazione Il Posticipo

Harry Kane lascia il Tottenham. Secondo le indiscrezioni raccolte da Sky Sport UK il centravanti degli Spurs e della nazionale inglese lascerà il North London al termine della stagione. Resta da capire se giocherà anche in un campionato diverso dalla Premer. L'unica certezza è che ha comunicato alla dirigenza la sua decisione.

VINCERE - Una scelta maturata soprattutto dopo le delusioni di questa stagione, che hanno spinto il ragazzo a voltare definitivamente pagina. Il Tottenham è stato in cima alla Premier e in lotta per il titolo sino a gennaio. Poi è crollato. Ed ha perso anche l'Europa League. Quanto basta... per dire basta. Anche se con dolore. Kane è sempre stato molto bene agli spurs, ma ha percepito quanto sia complicato vincere con quella maglia. E ha delle legittime ambizioni.

ASTA - In Premier il calciatore è richiestissimo. United, City e Chelsea sono da tempo in contatto con i rappresentanti di Kane. E tutti, in tempi diversi, hanno sempre espresso il desiderio di acquistare il nazionale inglese. Anche a Kane, fra l'altro, non dispiace affatto l'idea di restare in Inghilterra. Resta da capire cosa ne pensa la dirigenza degli spurs. Levy non è esattamente un presidente con cui sia semplice trattare. E, forte di un contratto che scade nel 2024, il coltello è dalla parte del manico della società che può fissare un prezzo a nove cifre. Si parla di almeno 120 milioni di sterline. Un assegno difficile da staccare anche nel ricchissimo calcio di Sua Maestà.

BRACCIO DI FERRO - Nel braccio di ferro, però, anche Kane può dire la sua. Lo scorso anno ha accettato di restare al netto delle offerte. Era stato convinto dalla dirigenza e dalla presenza di Mourinho. Kane avrebbe aiutato il Tottenham a vincere. Adesso il club sembra destinato a una fase di transizione. E dunque la situazione è cambiata. Il calciatore gradirebbe conoscere il proprio futuro prima dell'Europeo. Di certo, chi lo vorrà dovrà fare un grande investimento, che potrebbe innescare un effetto domino. Chi lo prende, esce dalla corsa per Haaland e Mbappè.