Kempes contro Maradona: “Il tempo di Diego è finito, ogni volta che apre la bocca è un problema”

Il centravanti dell’Argentina Campione del Mondo del 1978 attacca duramente il Diez per le ultime dichiarazioni rilasciate su Leo Messi.

di Redazione Il Posticipo

Kempes contro Diego Armando Maradona. Il campione del Mondo del 1978, come riporta il Mundo Deportivo, attacca duramente il “Diez”. Parole forti, rilasciate durante un programma di ESPN, di cui Kempes è opinionista, e riportate dal quotidiano spagnolo, storicamente molto vicino al Barcellona. El Matador, in ogni caso, è entrato in tackle sul Pibe de Oro…

RISPETTO – Kempes non ha digerito, proprio come tutto il Barcellona, le parole di Diego su Messi. “Ogni volta che Diego apre la bocca è un problema perché non rispetta nessuno. Lui invece lo hanno sempre rispettato tutti quando giocava. Ricordo che anche Diego ha perso una finale Mondiale nel 1990, ma nessuno gli ha detto niente”. Forse perché ha vinto il mondiale del 1986… Anche Kempes però ha vinto nel 1978, per giunta in un’Argentina senza Diego. E quindi si permette di rincarare la dose. “A volte devi tenere la bocca chiusa e goderti quello che hai. Nel calcio si vince e si perde. Alcuni fanno ancora la corte a Diego per celebrare quello che dice, ma ha fatto il suo tempo e comunque non mi sembra un grande esempio. Messi è il migliore al mondo e dovremmo essere contenti che sia argentino”.

PRECEDENTE – Non è neanche la prima volta che l’attaccante Campione del Mondo con l’Argentina nel 1978 stronca il “D10s”. Nello scorso maggio Kempes, con delle dichiarazioni a Superdeporte, ha contestato apertamente Maradona per la sua simpatia politica verso il Venezuela “La storia si ripete, ancora una volta: il miglior giocatore argentino di tutti i tempi, secondo alcuni, imbarazza gli argentini sventolando la bandiera della tirannia venezuelana, macchiata di sangue. Purtroppo la storia si ripete, per pochi milioni di dollari”. Uno scontro insomma che ha radici antiche. Ma che l’attacco di Maradona a Messi non ha fatto altro che riaccendere…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy