Keane stronca lo United: “Mi sembra una piccola in questa Premier League, è un miracolo se…”

I Red Devils cadono sotto i colpi del Liverpool. L’ex capitano dello United usa parole dure per commentare l’ennesima sconfitta della squadra di Mourinho, sempre più lontana dal quarto posto in Premier. Oggetto della sua critica anche Pogba.

di Redazione Il Posticipo

Se lo United avesse anche solo la metà della sua grinta forse basterebbe. Roy Keane è stato il capitano della squadra che sotto Sir Alex Ferguson ha dominato in Premier e scritto la storia del calcio Oltremanica. In quello United c’erano cuore, temperamento e organizzazione: in sostanza, tutto ciò che sembra mancare alla squadra di José Mourinho, uscita a pezzi dopo la sconfitta di Anfield. Il Liverpool è passato 3-1 dopo aver dominato la gara a lungo, complice anche l’atteggiamento attendista dei Red Devils. Una sconfitta che ha spedito la squadra dello Special One a -8 dall’Arsenal quinto in classifica, insomma lontanissimo dalla zona Europa, e persino a -19 dal Liverpool capolista. L’ex centrocampista non ha perso l’occasione per stroncare nettamente la sua vecchia squadra…

COLPA DEL MERCATO – Come riporta il Daily Mail, Roy Keane ha attaccato duramente le scelte di mercato fatte dal club: col senno di poi, sarebbero state infatti un vero e proprio fallimento. L’ex centrocampista se l’è presa con Ander Herrera per essere stato battuto troppo facilmente da Sadio Mané, propiziando così il secondo gol del Liverpool. Credo fermamente che alcuni dei giocatori dello United non siano abbastanza bravi”. Keane se l’è presa soprattutto col reparto arretrato: “Devono sistemare la difesa. Sono stati sorpresi spesso oggi ed è questa la preoccupazione maggiore per il futuro”.

POGBA E QUARTO POSTO – Keane ha parlato anche di Paul Pogba, rimasto in panchina ad Anfield: secondo l’ex capitano la prossima estate la società farebbe bene a liberarsi del francese, uno degli investimenti sbagliati del club. Lo United adesso spera di poter centrare ancora il quarto posto che vale un piazzamento alla prossima Champions, ma secondo l’ex centrocampista le possibilità sono praticamente nulle: “Quarti. Massimo. Non di più. E sarebbe un miracolo. Se tu venissi giù dalla Luna e non sapessi nulla del Manchester United, penseresti che sia una piccola squadra della Premiership”. Risultati e prestazioni alla mano, come dargli torto?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy