Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Keane: “Il City è molto più forte dello United, fa paura. Fernandes ha passato la partita a terra a piangere”

(Photo by Stu Forster/Getty Images)

L'irlandese, dopo qualche esperienza in panchina, sembra trovarsi bene anche negli studi televisivi come opinionista. Ma anche nel nuovo ruolo, non lesina certo i tackle, persino a quella che per oltre dieci anni è stata la sua squadra...

Redazione Il Posticipo

Il Manchester United è matematicamente qualificato alla prossima Champions League e, dopo aver battuto la Roma in semifinale, sta già pensando alla finale di Europa League contro il Villarreal. Ma prima di arrivare a Danzica ai Red Devils mancano ancora due partite di Premier e presentarsi in Polonia sull'onda di una serie di prestazioni non proprio positive non sembra il viatico migliore per giocarsi un trofeo. Eppure, dopo la sconfitta contro il Leicester (quando Solskjaer ha schierato...la squadra B) anche i titolari cadono a Old Trafford, nel recupero del match contro il Liverpool che invece si gioca le ultime possibilità di rientrare in zona Champions. Normale dunque che le motivazioni fossero diverse, ma qualcuno non ci sta.

CITY - E non è uno qualsiasi, ma una bandiera del club come Roy Keane. L'irlandese, dopo qualche esperienza in panchina, sembra trovarsi bene anche negli studi televisivi come opinionista. Ma anche nel nuovo ruolo, non lesina certo i tackle, persino a quella che per oltre dieci anni è stata la sua squadra. Anzi, forse nei confronti dello United c'è anche la voglia di pungolare i suoi eredi, come faceva quando indossava la fascia da capitano. In ogni caso, il giudizio dell'ex centrocampista dopo il match contro il Liverpool, espresso ai microfoni di SkySports, è assolutamente tagliente. "Il fatto che il Manchester City sia così tanto più forte di questo United è spaventoso. Solskjaer avrà bisogno almeno di tre o quattro grandi calciatori".

 (Photo by Oli Scarff/Pool via Getty Images)

FERNANDES  - Ma anche di mandare via qualcuno... "'Guardo a centrocampo, ci sono McTominay, che è un giocatore normale, e Fred. E finchè a centrocampo giocheranno questi due, lo United non vincerà nessun trofeo importante". Tranne forse l'Europa League, ma questo per Keane, abituato alla Champions, sembra un dettaglio. E non sfugge alle bordate neanche il migliore stagionale dei Red Devils... "Non voglio essere troppo critico nei confronti di Bruno Fernandes, ma ha passato metà partita per terra a piangere". Insomma, da parte del vecchio capitano non arrivano certo complimenti al Manchester United. Ma del resto, da chi per una vita è stato abituato all'asciugacapelli di Sir Alex Ferguson, non è che ci fosse da aspettarsi altro...