Karius e quella maglia portasfortuna…

Un tifoso del Real si è presentato sugli spalti dello stadio di Tallinn con la maglia di Karius. Che ha portato sfortuna a entrambi…

di Redazione Il Posticipo

Lo sfottò è il sale del calcio. E a Madrid, evidentemente, non hanno dimenticato la tredicesima Champions né come sia maturata. Sul web impazza una foto in cui un tifoso del Real sale le scale indossando la maglia di Karius con tanto di numero. La “13”. Una maglia che gli ha portato una discreta sfortuna: questa volta a entrambi.

ICONA – Al netto del risultato finale e alla delusione sportiva del tifoso blancos, ormai il destino sembra segnato: Karius è divenuto, purtroppo per lui, un’icona in negativo. Ha subito prima le critiche, poi il dileggio e adesso deve fare i conti con qualcosa di molto simile all’imperituro. Anche i tifosi dell’Arsenal, dopo la papera di Cech, lo hanno chiamato Karius. E prima ancora due suoi colleghi hanno usato il suo nome come oggetto di scherno. Basti ricordare il siparietto fra De Gea e Asensio.

VITTIMA – Karius può farci poco. La associazione di idee fra “papera” e il suo nome è ormai davvero difficile da estirpare. Così come le prese in giro sugli spalti. La strada è segnata e percorrerla è quanto mai complicata per un ragazzo che probabilmente rimarrà “marchiato” per aver avuto la sfortuna di imbroccare la serata peggiore della sua vita sportiva in coincidenza della partita più importante. Di buono c’è l’accoglienza riservatagli dai tifosi del Liverpool e la possibilità di un riscatto. In fondo il calcio offre sempre una seconda chance. Purché anche questa non gli sfugga di mano.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy