Kanté…ringrazia Sarri per la sfuriata e rivela: “Quando giochiamo con le grandi…”

Kanté…ringrazia Sarri per la sfuriata e rivela: “Quando giochiamo con le grandi…”

Il centrocampista francese ha commentato il periodo complicato della sua squadra, lasciandosi andare anche a qualche preziosa rivelazione sul rapporto che c’è al momento tra il tecnico e lo spogliatoio dei Blues.

di Redazione Il Posticipo

N’Golo Kanté è abituato a metterci la faccia: in campo, ma non solo. Il centrocampista ha parlato del momento del Chelsea passato in pochi giorni dal poker subito sul campo del Bournemouth alla cinquina rifilata all’Huddersflield in casa. Dopo il durissimo k.o. subito la scorsa settimana, Sarri ha usato il pugno duro con la squadra.. e risultati si sono visti nell’ultima uscita allo Stamford Bridge! Il francese ha rivelato che i problemi nascono… dall’allenamento! Il tecnico italiano sarebbe insoddisfatto per le prestazioni dei suoi giocatori nelle sedute settimanali. A preoccuparlo maggiormente è l’incostanza della squadra, che ha risposto presente col Tottenham in Carabao Cup e Huddersflield dopo le sfuriate del tecnico rispettivamente dopo i k.o. con Arsenal e Bournemouth. Problema di mentalità?

REAZIONE – Il centrocampista dei Blues ha rivelato ai microfoni del Mirror che cosa è successo dopo la durissima sconfitta incassata col Bournemouth: “La discussione post partita a metà settimana? Era solo per fare un punto sulle nostre prestazioni e il modo in cui vogliamo andare avanti in vista delle prossime gare. Penso che sia stato un buon confronto, importante per tutti. Con l’Huddersfield abbiamo dimostrato che era importante fare un punto della situazione. Siamo felici per la vittoria perché è quello che volevamo. L’allenatore però ha la sua filosofia e vuole che la applichiamo in partita ciò che ci sta facendo fare in allenamento, di cui stiamo parlando da sei mesi. A volte forse non facciamo le cose nel modo migliore”.

PROBLEMA MENTALE – Kanté ha provato a svelare il male oscuro di questo Chelsea: “Quando giochiamo  contro una squadra più forte di noi non abbiamo la stessa concentrazione rispetto a quando giochiamo contro un altro avversario. L’allenatore vorrebbe che raggiungessimo lo stesso livello di applicazione e concentrazione in ogni gara, ma è difficile spiegare che cosa ci succede… Con Bournemouth, Leicester e Wolverhampton avevamo il controllo della partita nel primo tempo, però non abbiamo segnato e abbiamo perso”. Kanté ha parlato anche del suo ruolo più avanzato e dei palloni serviti a Higuain alla sua prima doppietta in Premier: “Fa parte del mio ruolo cercare di servire l’attaccante nella migliore posizione possibile. Sono felice per i due assist. Gonzalo sa come il manager vuole giocare e capisce che cosa deve fare la squadra”. La carta vincente di Sarri sarà proprio il Pipita?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy