Kantè è spaventato dal coronavirus e il Chelsea…lo capisce: il francese potrebbe non scendere in campo fino alla prossima stagione!

Kantè è spaventato dal coronavirus e il Chelsea…lo capisce: il francese potrebbe non scendere in campo fino alla prossima stagione!

Se la Premier League dovesse ripartire, il Chelsea potrebbe dover fare a meno di N’Golo Kantè per molto tempo. Il francese è uno dei calciatori che ha chiesto di essere esentato dagli allenamenti, ma potrebbe anche decidere di non tornare più in campo per tutto il resto della stagione. E il club…glielo permetterebbe!

di Redazione Il Posticipo

I problemi causati al calcio dal coronavirus non accennano a diminuire. Con sempre meno tempo per terminare le competizioni rimaste in sospeso senza inficiare sulla prossima (lunghissima) stagione, i club dei campionati che intendono ripartire sono tornati ad allenarsi. Ma non tutti i calciatori hanno accettato di buon grado di rimettere gli scarpini, considerando ancora troppo alto il rischio contagio. Troy Deeney, capitano del Watford, è stato il primo a lanciare la crociata e a dire che non si allenerà, ma c’è qualcuno molto più celebre di lui che ha preso la stessa decisione. E che ora potrebbe saltare tutto il resto della stagione.

NIENTE RITORNO – Se la Premier League dovesse ripartire, spiega il Sun, il Chelsea potrebbe dover fare a meno di N’Golo Kantè per molto tempo. Il francese, campione d’Inghilterra con il Leicester e con i Blues e del mondo con la nazionale di Deschamps, è uno di quelli che ha chiesto di essere esentato dagli allenamenti, ricevendo il benestare di Lampard. Del resto, considerando che non si sanno ancora le date del ritorno in campo, non è poi una gran perdita per la squadra londinese. La questione però, spiega il tabloid, è che non è detto che con il tempo e con una situazione migliore nel Regno Unito Kantè decida di cambiare idea. Il rischio concreto è che il francese chieda di essere escluso non solo dagli allenamenti, ma addirittura dal ritorno in campo.

PRECEDENTE – Una situazione che creerebbe non pochi problemi al Chelsea, che con tutta probabilità saluterà la Champions League (visto il 3-0 subito all’andata degli ottavi dal Bayern Monaco), ma che in Premier è in piena lotta per il quarto posto, con alle spalle il Manchester United e altre rivali che non lasciano tranquillo Lampard. Eppure, da quanto racconta il Sun, il club sarebbe disposto a concedere al suo centrocampista la “dispensa” richiesta, permettendogli di fermarsi definitivamente e di riprendere allenamenti e partite direttamente nella prossima stagione. Una dimostrazione di comprensione da parte dei Blues, ma anche un precedente: se può dire di no un calciatore così importante, forse anche altri colleghi faranno la stessa cosa…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy