Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Kane torna a Londra: primo round a favore del Tottenham ma non è finita…

ZAGREB, CROATIA - MARCH 18: Harry Kane of Tottenham Hotspur looks dejected following defeat in the UEFA Europa League Round of 16 Second Leg match between Dinamo Zagreb and Tottenham Hotspur at Stadion Maksimir on March 18, 2021 in Zagreb, Croatia. Sporting stadiums around Europe remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Jurij Kodrun/Getty Images)

Da una parte, il Tottenham vorrebbe trattenerlo. Dall'altra è evidente come il rapporto sia compromesso.

Redazione Il Posticipo

Harry Kane è tornato nel North London, ospite dello Hotspur Way. E così dopo aver affrontato le critiche per non essersi presentato ai test e aver disertato gli allenamenti pre-campionato del Tottenham la scorsa settimana, l'attaccante è sbarcato nella capitale britannica. Come riportato da Sky Sports è in quarantena al Lodge, dove si allenerà da solo sino a quando non potrà riprendere regolarmente con il gruppo.

FERRI CORTI - Il primo braccio di ferro dunque si chiude a favore del Tottenham. Del resto Kane non poteva continuare ad assentarsi arbitrariamente. Era atteso all'inizio della prima settimana di agosto, si è presentato all'ultima. Evidente il tentativo, non andato a segno, di forzare la mano per una eventuale cessione. La dirigenza non ha arretrato di un centimetro. E, come riportato oltremanica, nonostante continuino a tacere pubblicamente sugli eventi dell'ultima settimana, sono molto delusi dall'atteggiamento di Kane. Il calciatore, ha rotto il silenzio 24 ore prima di rientrare, sostenendo di non essersi mai rifiutato di allenarsi. Né è sua intenzione mettere a repentaglio il  rapporto con i tifosi degli Spurs. Quello con la dirigenza appare compromesso. Multa in arrivo per una pausa vacanze troppo lunga.

CONFRONTO - Resta adesso da capire cosa succederà al momento, inevitabile, del confronto con la dirigenza, Espirito Santo e i compagni. Il tecnico del Tottenham, nelle sue prime parole da allenatore del club, si è esposto affermando di considerare Kane un calciatore a sua disposizione. Sinora non ha avuto la possibilità di parlare direttamente con l'attaccante, ma presto parlerà presto con lui per affrontare la situazione incerta. E anche i dirigenti dovranno valutare l'ipotesi di trattenere un calciatore controvoglia, oppure cederlo.

PROSPETTIVE - La situazione appare quanto mai fluida. Da una parte, il Tottenham vorrebbe trattenerlo. Dall'altra è evidente come il rapporto sia compromesso. Kane vuole lasciare il North London e non convive felicemente con l'idea di una stagione di transizione. Vuole vincere. Possibilmente prima di subito. Sul piatto della bilancia  c'è da considerare anche l'ipotesi economica legata... al rischio d'impresa. Kane, in questo momento, ha un prezzo a nove cifre. Non è detto che la prossima stagione possa essere venduto alla stessa moneta.