Meglio di Messi? Macchè, Kane è peggio di Benteke

Il suo 2017 sarà stato, numeri alla mano, meglio di quello di Messi, ma per il conto in banca di Harry Kane è stato un anno decisamente mediocre…

di Redazione Il Posticipo

Bastano 56 centri in un anno solare per essere tra i più pagati calciatori al mondo? Assolutamente no. Anzi, neanche per entrare nella top ten dei più remunerati della Premier League. Il suo 2017 sarà stato, numeri alla mano, meglio di quello di Messi e di Ronaldo, ma per quel che riguarda il conto in banca, l’anno che sta per terminare è per Harry Kane abbastanza mediocre. Già, perchè solo nel campionato inglese ci sono ben trentaquattro calciatori che guadagnano più di lui. Non che il bomber del Tottenham abbia uno stipendio da fame (oltre 6 milioni di euro l’anno), ma le strane valutazioni economiche della Premier generano incongruenze particolari.

Acquisti flop, guadagni top

Come quella per cui Christian Benteke, uno dei peggiori flop del Liverpool degli ultimi anni e attualmente al Crystal Palace con un ottimo score di una rete in quattordici presenze di Premier League, ogni settimana si ritrova in tasca diecimila sterline in più del capocannoniere degli ultimi due campionati. Almeno però Benteke gioca. C’è anche chi con 554 minuti divisi in 14 partite guadagna ben quarantamila sterline in più di chi gli toglie il posto in nazionale da ormai tre anni. Daniel Sturridge è in fase calante, al punto che Klopp ha dato il suo benestare a una cessione già a gennaio, ma il Liverpool continua (giustamente) comunque a versargli uno stipendio faraonico.

A Manchester la palma della ricchezza di Premier

Certo, a scorrere la classifica dei più pagati, guidata da Pogba, c’è qualche nome che lo stipendio se lo merita tutto, come il De Bruyne tutto nuovo plasmato da Guardiola, o l’altrettanto decisivo Sterling. A farla da padrone sono i due Manchester, che monopolizzano le prime sette posizioni. Oltre all’ex juventino ci sono infatti Lukaku, Aguero, Toure, Ibrahimovic, il già citato De Bruyne e De Gea. Primo dei non mancuniani, Eden Hazard, che a Londra guadagna quasi il doppio di Kane. Altre situazioni strane? Beh, rimanendo su un parallelo tra Manchester e la capitale, Mkhitaryan, un esubero in casa Mourinho, guadagna più di Alexis Sanchez, che sarà il pezzo pregiato dei parametri zero dell’estate 2018.

Davanti a Kane anche portieri di riserva e difensori in ribasso

Capitolo portieri. De Gea, come detto, domina la categoria, ma non è seguito, come ci si potrebbe aspettare, da un Courtois, bensì dal buon Joe Hart, che tra l’altro al West Ham trova poco spazio e potrebbe lasciare gli Hammers. Anche se con lo stipendio che riceve, difficile trovare qualcuno che possa acquistarlo senza un incentivo da parte del suo vecchio club. Tra i difensori c’è l’ovvia new entry van Dijk, che al suo arrivo ad Anfield troverà ad attenderlo un assegno mensile pari a quello di Coutinho. Il fatto che in lista (e parecchio prima di Kane) ci siano anche Luke Shaw e Phil Jones, sempre dello United, rende però poca giustizia sia al nuovo difensore più pagato al mondo che, soprattutto, al miglior giocatore della Premier dello scorso anno. Che si consola con i gol, con i complimenti che gli sono arrivati da tutto il mondo e con l’irriverente paragone con Messi. Ma che quando arriverà la busta paga, di certo si sentirà…un Benteke qualsiasi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy