calcio

Kane, numeri da incubo: il centravanti del Tottenham non segna mai…

Kane, numeri da incubo:  il centravanti del Tottenham non segna mai… - immagine 1

L'Uragano non c'è più. Al suo posto, un Harry Kane versione... irriconoscibile.

Redazione Il Posticipo

L'Uragano non c'è più. Al suo posto, un Harry Kane in versione... venticello. Irriconoscibile. A tal punto che è lecito chiedersi se sia stato davvero il caso di restare nel North London. Il rendimento del centravanti degli spurs e della nazionale è calato drasticamente.

NULLO - L'apporto di questo Harry Kane è quasi nullo. Lo studio pubblicato dal Sun si regge su numeri impietosi: l'attaccante è sceso in campo per 648 minuti di gioco ed ha messo a segno solo una rete in otto partite disputate. Rendimento da profondo rosso, accentuato anche dalla difficoltà a trovare non solo la via della rete, ma anche quella della conclusione: Kane ha calciato solo 18 volte verso la porta avversaria centrando lo specchio in 10 occasioni. In media, 2.25 tiri a partita. La scorsa stagione, invece aveva già messo a segno sette gol in otto partite, giocando 715 minuti e si è presentato al tiro 38 volte, centrando per 15 volte lo specchio della porta.

Kane, numeri da incubo:  il centravanti del Tottenham non segna mai… - immagine 1

CROLLO - Il crollo è certificato non solo dai gol ma anche dal rendimento generale. Un solo assist rispetto agli otto del 2020/2021, 7 occasioni da gol generate contro le 18 dell'anno scorso. Kane è anche meno partecipativo nel gioco considerando che ha effettuato anche meno passaggi e tocchi di palla 174 i palloni giocati per i compagni, 282 le volte che ha toccato la palla. Numeri che cozzano con i 200 passaggi e i 352 tocchi della scorsa stagione. E anche nel gioco aereo Kane segna il passo: il tasso di duelli vinti è crollato dal 47,1% al 34,1%.

HORROR - Numeri orribili per un calciatore che aveva abituato a ben altro. Resta da capire se l'involuzione sia legata alla frustrazione per non essere riuscito nell'intento di andare via o se dipenda dal cambio di allenatore. Anche la delusione successiva all'Europeo perso in casa con la maglia della nazionale inglese cui teneva moltissimo può essere una causa scatenante. L'unica certezza è che questo Kane non serve a nessuno. Né al Tottenham e neanche a sé stesso, considerando che un eventuale via di fuga è compromessa da prestazioni non all'altezza che lo stanno svalutando anche sul mercato.