Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Kane: “Non mi piace parlare di Haaland, né penso al Bayern. Sono focalizzato sul Tottenham”

Kane: “Non mi piace parlare di Haaland, né penso al Bayern. Sono focalizzato sul Tottenham” - immagine 1
Il centravanti concentrato solo sulla sfida contro l'Eintracht.

Redazione Il Posticipo

Kane non ama i paragoni. E neanche spingersi troppo al di là della sfida contro l'Eintracht, decisiva per le sorti del girone. Il Tottenham di Conte ha bisogno dei suoi gol per avvicinare l'obiettivo degli ottavi di finale. Il ragazzo ne é consapevole. Ed è concentrato solo sugli spurs, lontano anni luce dall'idea di riaffrontare l'Italia, così come evita di confrontarsi con Haaland. E anche ogni discorso di mercato legato al Bayern è rispedito al mittente. Le sue parole sono riprese da Football London. 

CONTE

Harry Kane a caccia del primo gol in Champions. Conte punta su di lui. La stima è ricambiata. La presenza del tecnico ha contribuito alla permanenza dell'attaccante del North London: "Contro l'Eintracht è davvero una partita molto importante. Ovviamente da un punto di vista personale voglio segnare in ogni partita. Quanto a Conte penso che dal suo arrivo il club sia cambiato davvero molto perché è davvero un grandissimo allenatore, che sta cercando di lavorare sulla mentalità del Tottenham per renderlo vincente. Sono contento anche perché la squadra ha ancora margini di miglioramento in tutti i reparti".

HAALAND

Kane, come tutti gli altri attaccanti di Premier, deve fare i conti con un altro... uragano. Haaland. "La gente parla di lui ed è giusto che sia così perché ha iniziato la stagione alla grande ma io non sono una persona a cui piace pensare agli altri. Né amo parlarne.  Sto cercando di contribuire alla squadra il più possibile. Sta andando bene in Premier League e vorrei segnare ancora qualche gol in Champions League. Sono concentrato sul Tottenham Hotspur e cerco di fare del mio meglio per noi, di sicuro".

PROSPETTIVE

Inevitabile parlare sia del sorteggio degli europei che del mondiale. E anche del Bayern Monaco che continua a inviare segnali: "Non ho seguito in diretta il sorteggio ma ho visto chi ci è capitato. Mi sembra un discorso abbastanza lontano, diciamo un milione di miglia. Prima mi devo concentrare sulla Champions e sulla Premier e poi c'è l'appuntamento con il Mondiale. Quanto al Bayern Monaco, posso solo dire che è un top club, ma sottolineo che tutta la mia concentrazione è sul Tottenham".