Kahn: “Chiudere la Bundesliga è una sfida da vincere più che una opportunità”

L’ex portiere della nazionale tedesca, oggi dirigente del Bayern Monaco, saluta il ritorno della Bundesliga come una grande sfida  in un periodo di crisi.

di Redazione Il Posticipo

Oliver Kahn, l’ex portiere della nazionale tedesca, oggi dirigente del Bayern Monaco, saluta il ritorno della Bundesliga come una grande sfida  in un periodo di crisi. Si riparte dalla sfida con l’Union Berlino, ma il dirigente offre una visione di ampia prospettiva. Le sue parole, rilasciate al canale youtube della società Campione di Germania, sono riprese da Kicker. E lasciano poco spazio alle interpretazioni. Sebbene la scelta abbia prodotto sentimenti contrastanti, se si è deciso di ripartire, nessuno deve voltarsi indietro.

ACCELERATORE – Se proprio non si può frenare, allora meglio accelerare. Seguendo il vecchio aforisma, Kahn preferisce non voltarsi indietro. Si è deciso di giocare. Si faccia. E bene. “Da una crisi come questa può nascere un acceleratore economico. Credo che iniziare nuovamente rappresenti una grande sfida, più che un’opportunità di rilancio. Sappiamo tutti cosa significa giocare a calcio in un periodo come questo. E sebbene questa situazione abbia generato punti di vista differenti e contrastanti, il nostro movimento sarà pioniere di un nuovo corso”.

FRANCIA – Kahn ritiene che non si debba seguire l’esempio francese. “Abbiamo la grandissima possibilità di essere i primi a chiudere un grande campionato sul campo. Finire questa Bundesliga significherà esserci saputi adeguare trovando le soluzioni adatte alla situazione che si è venuta a creare. Prendere la decisione di chiudere tutto, come accaduto in Francia, potrebbe essere devastante, così come le conseguenze dello stop. Da un punto di vista sportivo i nostri ragazzi sono in ottima forma. Certo, manca la familiarità con la partita e dobbiamo ritrovare anche la confidenza con il ritmo che richiede un campionato, ma credo che saranno sufficienti una o due partite per tornare alla piena normalità”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy