calcio

Juventus, di venerdì tutto ok, ma con l’Inter…no!

Quando ha giocato di venerdì, per ben 17 volte su 18 la Juventus ha fatto risultato, accumulando 10 vittorie e 7 pareggi. Inter spacciata? Assolutamente no, perchè quell'unica sconfitta è arrivata in un giorno memorabile per i nerazzurri...

Redazione Il Posticipo

Il venerdì non è esattamente un giorno...calcistico. Tra turni di campionato "classici" e infrasettimanali, è complicato trovarsi a giocare quando il weekend è alle porte. Ma il calcio spezzatino, con l'aggiunta dell'ultima giornata di Champions League da giocare, regala anche queste sorprese. E quindi nel...Friday Night della Serie A, arriva quella che forse è la partita più attesa del campionato, quel Derby d'Italia che è sinonimo di emozioni e spesso e volentieri di polemiche. Juventus e Inter, un posticipo anticipato per una serata molto particolare. E le statistiche della squadra di Allegri quando la partita capita di venerdì potrebbero spaventare non poco Spalletti e i suoi.

VENERDÍ...BIANCONERO - Quella dell'Allianz sarà infatti la partita di Serie A numero 19 giocata di venerdì dai bianconeri. Per ben 17 volte su 18, la Juventus ha fatto risultato, accumulando 10 vittorie e 7 pareggi. Numeri decisamente in linea con quello che è il dominio della Vecchia Signora negli ultimi campionati. E aggiungendo il ruolino di marcia della Juventus in questo campionato, il trend sembra poter continuare. Ma per l'Inter non è assolutamente detta l'ultima parola, anzi. I precedenti sono stranamente...confortanti. L'unica sconfitta dei bianconeri di venerdì è infatti arrivata proprio per mano dei nerazzurri e in un'annata che certamente evoca ottimi ricordi ai tifosi della Beneamata. Un 2-0 netto, arrivato in un venerdì di aprile, che alla fine di quella stagione ha significato...Triplete.

UNA GIORNATA PARTICOLARE - Si gioca di venerdì 16 aprile 2010, perchè martedì 20 l'Inter ha la semifinale di Champions League contro il Barcellona. Ma anche in campionato non si può lasciare nulla di intentato, la Roma è davanti e contro la Lazio, due giorni dopo, può fare un passo falso. E quindi Mourinho non fa calcoli, mandando in campo la formazione migliore. La rete che vale mezzo scudetto e che dà il via all'unica sconfitta della Juventus di venerdì è di Maicon, che si inventa un gol pazzesco e fa venire giù San Siro. Chiude i conti Eto'o a tempo praticamente scaduto, per una vittoria che alla fine sarà fondamentale, complice il passo falso dei giallorossi contro la Sampdoria, per conquistare il Triplete che tanta invidia causa ai bianconeri. Un precedente...positivo, dunque. Ma basterà contro la legge del venerdì?