Juventus, tutto su Pogba: per il francese Dybala (più soldi) al Manchester United

Juventus, tutto su Pogba: per il francese Dybala (più soldi) al Manchester United

Non c’è affare migliore di quello che fa felici tutti. E seguendo questo adagio, due delle telenovelas più durature di questo periodo, quella tra Pogba e lo United e quella di Dybala potrebbero avere lo stesso finale già a gennaio…

di Redazione Il Posticipo

Non c’è affare migliore di quello che fa felici tutti. E seguendo questo adagio, due delle telenovelas più durature di questo periodo, quella dei rapporti tesi tra Pogba e lo United e quella di Dybala, relegato a figura marginale nella Juventus di Allegri, potrebbero avere lo stesso finale già a gennaio. Secondo il Mirror, potrebbe profilarsi uno scambio che ha dell’incredibile. Non alla pari, perchè da quel che riporta il quotidiano il cartellino del campione del mondo sarebbe valutato circa 150 milioni di sterline. La Joya, al momento, ne vale “solo” 100, ma potrebbe essere inserita dalla Juventus come parziale contropartita. Per la gioia di Mourinho, che apprezza molto Dybala.

POGBA – Due situazioni abbastanza simili quelle che coinvolgono il francese e l’argentino. Che tra l’altro, tra loro sono molto amici. Pogba, nonostante la vittoria dello United contro il Watford, continua a lanciare segnali di insofferenza. E ora Mourinho ha anche messo le cose in chiaro, “se vuole andarsene me lo dica in faccia”, segnalando, qualora ce ne fosse bisogno, che il transalpino è importante ma non incedibile. Dichiarazioni che hanno messo in preallarme il Barcellona, che corteggia Pogba da ormai qualche mese, ma anche e soprattutto la Juventus, che sogna un ritorno del figliol prodigo per lanciare, assieme a CR7, l’assalto all’Europa che conta.

DYBALA – E secondo il Mirror, i bianconeri hanno nel loro mazzo la carta giusta. Dybala sta passando un momento complicato. L’arrivo di Cristiano Ronaldo ha un po’ sparigliato le carte sul tavolo juventino, ma è anche vero che già nella scorsa stagione l’argentino a volte è stato relegato in panchina. Un rapporto, quello con Allegri, che sul campo non è mai decollato del tutto. Alle domande sulle panchine, il tecnico ha risposto che la Joya avrà modo di mettersi in luce ma che deve allenarsi con continuità per avere un posto in squadra. E la concorrenza, con un Mandzukic sugli scudi, un Bernardeschi in crescita e un Douglas Costa sempre fondamentale quando viene inserito, si fa pesante. Abbastanza da convincerlo all’addio? Chissà. Certo, a un giro al Teatro dei Sogni non si rinuncia mica facilmente…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy