Juventus, rimpianto Kurzawa: a gennaio scambio quasi fatto con De Sciglio, ma poi Sarri…

L’infortunio di Alex Sandro, che starà fuori per un mese, priva Sarri della sua prima scelta sulla sinistra, che diventa dunque il lato scoperto dalla Juventus. E pensare che a gennaio i bianconeri stavano per prendere il francese del PSG, prima che il tecnico si opponesse allo scambio…

di Redazione Il Posticipo

Il prossimo mercato, il primo post-Covid, porta con sè una certezza. A parte alcuni casi, vedi il Chelsea che ha già preso Ziyech e Werner spendendo parecchio, per comprare bisognerà vendere. O, meglio ancora per i bilanci, pensare a qualche scambio, che garantisce anche delle plusvalenze non indifferenti. E avessero saputo che il futuro era questo, forse a Torino avrebbero affrontato diversamente la sessione invernale, perchè secondo il Corriere di Torino c’è stata una proposta che in questo momento forse sarebbe accettata di corsa: quella di un via vai tra la Continassa e il Parco dei Principi che coinvolge De Sciglio e Kurzawa.

DESTRA – La testata piemontese spiega infatti che a gennaio il PSG aveva offerto il francese in cambio del terzino azzurro, ricevendo però un secco no da parte di Sarri. La decisione è stata dovuta alla necessità di avere qualcuno in grado di coprire le spalle a Cuadrado, con Danilo in quel momento infortunato. Le prestazioni da terzino del colombiano non avevano convinto il tecnico bianconero, soprattutto quella contro il Napoli in cui Insigne dal suo lato aveva creato parecchi grattacapi alla Juventus. E  quindi Sarri ha detto no allo scambio, preferendo avere più alternative sulla destra. Ora però la questione è totalmente capovolta.

SINISTRA – L’infortunio di Alex Sandro, che starà fuori per un mese, priva Sarri della sua prima scelta sulla sinistra, che diventa dunque il lato scoperto dalla Juventus. L’unico in grado di giocare da quel lato è proprio De Sciglio, che dunque dovrà cambiare corsia lasciando a destra spazio a Danilo. L’azzurro però resta un adattato e quindi torna alla mente proprio quello scambio con Kurzawa, che invece sulla fascia mancina è di casa. Ma si sa, con i se e con i ma non si fa la storia, figurarsi il calciomercato. E solo il campo dirà se alla fine Sarri dovrà mangiarsi le mani per quel no al francese…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy