Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Juventus-Inter, gli eroi… per caso: da Adani a Boumsong

27 Oct 2001:  Francesco Toldo goalkeeper of Inter Milan in action during the Serie A 9th Round League match between Juventus and Inter Milan, played at the Delle Alpi stadium, Turin Italy. DIGITAL IMAGE.  Mandatory Credit: Grazia Neri/ALLSPORT

Nella storia dei match tra Juventus e Inter, parecchi marcatori. Alcuni hanno cognomi celebri, altri invece sembrano capitati sui tabellini quasi...per caso

Redazione Il Posticipo

Mai visto

—  

Di marcatori nella storia dei match tra Inter e Juventus ce ne sono molti. Alcuni hanno cognomi celebri, altri invece sembrano capitati sui tabellini quasi per caso. Difficile però fare meglio di Francesco Toldo, che da portiere pareggia un Derby d'Italia all'ultimo minuto. Una rete in mischia, molto discussa (anche per il marcatore, che probabilmente alla fine è...Vieri) che permette all'Inter di non lasciare i tre punti alla Juventus, ma anche all'estremo difensore di essere l'indiscusso capofila dei marcatori improbabili dei match tra Juventus e Inter.

Furia ceca... inattesa

 (Photo by New Press/Getty Images)
—  

Nel 2009 Juventus-Inter torna a essere sfida scudetto. I nerazzurri sono avanti in classifica e nel risultato, con lo 0-1 a Torino firmato Mario Balotelli. I bianconeri, in dieci per l'espulsione di Tiago, sembrano alle corde, ma arriva una furia ceca a pareggiare e a non lasciar definitivamente fuggire l'Inter verso il titolo. Non è Nevded ma il suo connazionale Zdenek Grygera, che all'ultimo minuto pareggia una partita ormai persa e si iscrive tra gli eroi...per caso del Derby d'Italia.

Habitue

 (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)
—  

Maicon non è certo un eroe per caso, avendo segnato venti gol nella sua esperienza all'Inter. Resta però particolare la sua prolificità contro la Juventus, colpita per ben due volte. La prima, quella storica, è nel 2-0 dell'anno del Triplete. Una rete da vero brasiliano, poco importa che giochi in difesa. Stop, serie di palleggi e destro sotto l'incrocio. Un bel mattoncino verso lo scudetto. Meno utile il gol della stagione 2011/12, quando il brasiliano pareggia il vantaggio juventino, con i bianconeri che però vincono comunque.

Sconosciuto (o quasi)

 (Photo by New Press/Getty Images)
—  

Jean-Alain Boumsong è un nome non certo celebre della storia bianconera. Per lui 33 presenze e due gol nella stagione in Serie B, solo 3 gettoni e una rete l'anno successivo. Ma che rete! Il suo gol al Meazza nei quarti di finale di Coppa Italia contro l'Inter regala alla Juventus un pareggio davvero insperato, dopo che i nerazzurri erano andati in vantaggio con doppietta di Cruz.

Gol scudetto

 (Photo by Daniele Badolato - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)
—  

La prima Juventus di Conte vince lo scudetto in rimonta contro il Milan e uno dei gol più importanti della stagione lo segna un protagonista inatteso. A sbloccare il match contro l'Inter, che permette ai bianconeri di rimanere a quattro lunghezze dalla capolista, è Martin Caceres, che apre le marcature del 2-0 contro i nerazzurri. A suggellare la vittoria della Juventus è Alex Del Piero, per un risultato che permette a Conte e ai suoi di continuare a sperare in un miracolo, che alla fine avverrà.

Garra... non charrua

 Mandatory Credit: Jamie McDonald /Allsport

Mandatory Credit: Jamie McDonald /Allsport

—  

L'ultima parola a Lele Adani, è davvero il caso di dirlo. Il...momento Vecino dell'ex difensore dell'Inter arriva proprio contro la Juventus, durante un match di Coppa Italia del 2004. A San Siro l'Inter parte da un minimo vantaggio, il 2-2 rimediato al Delle Alpi. Ma la Juventus si porta in vantaggio e al minuto 95 è qualificata con l'1-2 che sta maturando. Ma non ha fatto i conti con...la garra (poco charrua) di Adani, che con un tap-in dopo un colpo di testa di Emre manda tutti ai supplementari.

Segna sempre lui

 (Photo by Francois Nel/Getty Images)
—  

Quando vede nerazzurro, Lichtsteiner si trasforma. Anche per lui due gol in carriera contro l'Inter. Il primo arriva nella stagione 2013/14, con la più classiche delle combinazioni tra lo svizzero e Pirlo. La Juventus passa in vantaggio e continua spedita verso i 102 punti. Nel 2016/17 Lichtsteiner non basta, perchè il vantaggio bianconero dura poco, con Icardi e Brozovic che infliggono una sconfitta (poi comunque indolore) ai futuri campioni d'Italia.