Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Juventus, il pragmatismo di Allegri non si vede: tre rimonte subite in quattro partite

BARCELONA, SPAIN - NOVEMBER 06:  Head coach Massimiliano Allegri of AC Milan looks on during the UEFA Champions League Group H match Between FC Barcelona and AC Milan at Camp Nou on November 6, 2013 in Barcelona, Spain.  (Photo by David Ramos/Getty Images)

I numeri non mentono: in questo campionato in cui la Juventus non ha ancora vinto, è sempre stata rimontata ed è in piena zona retrocessione. 

Redazione Il Posticipo

Sembrava una Juventus diversa, quella vista con il Milan.  Una squadra che è piaciuta molto nel primo tempo trovando quasi immediatamente il gol del vantaggio cin Dybala. Partita immediatamente in discesa e poi, ancora, una volta, chiusa con il rammarico di aver sbagliato o regalato qualcosa di sempre decisivo. I numeri non mentono: in questo campionato in cui la Juventus non ha ancora vinto, è sempre stata rimontata ed è in piena zona retrocessione.

PROBLEMI - Durante la sfida la Juventus ha mostrato ancora una volta i limiti che hanno caratterizzato l'inizio di una stagione che vede la Juve partire bene e... non arrivare mai al risultato pieno. I rossoneri hanno preso campo e il risultato conferma il momento difficile della squadra di Allegri che fatica costantemente a mantenere il vantaggio. Tre rimonte in quatto giornate di campionato da posizione di vantaggio sono tantissimi e rappresentano più di un campanello d'allarme.

UDINE - Le prime avvisaglie di un inizio campionato particolarmente agonico si sono viste a Udine. Anche in quel caso la Juventus era passata rapidamente in vantaggio, mettendo a segno la prima rete dell'incontro dopo appena 180 secondi con Dybala. Il raddoppio di Cuadrado arriva con tre passaggi in verticale che coprono tutto il campo e permettono al colombiano di portarsi sul 2-0 in meno di 45'. La sensazione è che il pragmatismo di Allegri sia tornato. La realtà è diversa: prima Pereyra e poi Deulofeu danno un doppio dispiacere ai bianconeri che perdono i primi due punti.

NAPOLI - Dopo l'incredibile sconfitta con l'Empoli, in cui è la Juventus a non riuscire a rimontare, e in questo caso perde solo un punto, Allegri è chiamato a cercare il riscatto nella difficile trasferta di Napoli che si mette in discesa grazie al "regalo" di Manolas che con un assist a... Morata permette alla Juventus di passare in vantaggio dopo 10' di gioco. I bianconeri, però, ricambiano il favore e ne concedono anche un altro. Una respinta difettosa di Szczesny permette a Politano una facile ribattuta in rete. E poi il pasticcio difensivo di Kean regala addirittura il gol della vittoria a Koulibaly. E i punti persi diventano tre considerando la situazione di vantaggio. Totale:  7 punti in quattro giornate e sempre, almeno, un gol subito.