Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Juventus, è effetto Sarrismo? I bianconeri hanno segnato almeno 2 gol per 11 partite consecutive…

Il Sarrismo a Torino non sembra aver attecchito del tutto, con una squadra che soprattutto nelle ultime settimane ha alternato nello stesso match fiammate importanti e decisive (come i due gol contro la Lazio) e blackout decisamente preoccupanti...

Redazione Il Posticipo

A quattro giornate dalla fine, altrettanti punti dividono la Juventus dal suo nono titolo consecutivo. E soprattutto sono la distanza di Maurizio Sarri dal suo primo scudetto, legittimazione di una carriera in cui, come gli hanno fatto spesso notare facendolo arrabbiare, in Italia non ha ancora vinto nulla. Anche se tricolore sarà, non mancheranno le polemiche, almeno nei confronti del tecnico. Il Sarrismo a Torino non sembra aver attecchito del tutto, con una squadra che soprattutto nelle ultime settimane ha alternato anche nello stesso match fiammate importanti e decisive (come i due gol contro la Lazio) e blackout decisamente preoccupanti come quello contro il Milan.

RECORD - Eppure il match dello Stadium contro Immobile e compagni regala un dato che può far ben sperare. Come spiega Opta, quella con i biancocelesti è l'undicesima partita consecutiva in cui la Juventus segna almeno due reti. È la prima volta che accade ai bianconeri nella loro storia e il fatto che sia successo sotto la guida di Sarri può essere una parziale...vittoria del Sarrismo. La difesa bianconera, con 36 gol incassati, non è esattamente un bunker come nelle stagioni precedenti, come dimostra il fatto che non si subivano più di 30 reti dal campionato 2010/11, non a caso l'ultimo senza scudetto per la Juventus. In compenso però le 72 reti messe a segno in stagione sono state ben distribuite.

DUBBI - E anche il dato generale è positivo, con la squadra di Sarri che ha già segnato due gol in più dello scorso anno in Serie A, con ancora quattro partite da giocare. Ma la domanda è legittima: quanto questo dipende dal Sarrismo e quanto dalla forma straordinaria di Cristiano Ronaldo e Dybala, che rispetto alla stagione passata hanno già migliorato (e nel caso del portoghese anche di parecchio) il loro score stagionale in campionato? Complicato a dirsi. In ogni caso, il nono scudetto consecutivo bianconero rischia di non essere per Sarri quel trionfo che magari ci si aspettava al momento del suo arrivo sulla panchina della Juventus. Ma considerando che da quelle parti vincere è l'unica cosa che conta...