Juventus e Alex Sandro, il patto di Londra

Il patto di Londra. La Juventus non lo tratterrà, ma Alex Sandro deve impegnarsi sino a giugno. Poi si valuterà il meglio per entrambi.

di Redazione Il Posticipo

Juventus e Alex Sandro, un patto fra gentiluomini. Nell’interesse di tutti. L’esterno basso brasiliano non è mai stato il giocatore ammirato lo scorso anno. E non è solo un problema fisico. La testa è altrove? Sì, specificatamente in Inghilterra, dove gli hanno costruito un ponte d’oro da attraversare, volendo, già a gennaio. La Juve ha detto “no”. O meglio, “non adesso”. La promessa è che sarà ceduto e accontentato a giugno: dopo aver dato il massimo per la Juventus sino al termine della stagione. E il brasiliano ha detto sì.

Il patto di Londra

Una scelta sensata. La Juventus pur consapevole di perderlo, pretende un giocatore diverso, meno abulico. Alex Sandro, da qualche mese, non è più lui. Distratto, fuori fase, disattento. In una parola, disconnesso. Proprio come definito da Allegri. Suggellato il patto, però, qualcosa sembra cambiato. Già ad Atene, dove il brasiliano ha servito l’assist decisivo per il raddoppio. Un lampo che non basta nè al tecnico nè alla società. I termini dell’accordo sono chiari. La Juve non tratterrà controvoglia il suo esterno, ma pretende la massima concentrazione sino al termine del campionato. Quindi, al termine della stagione, ci si siederà a un tavolo e saranno valutate le offerte più convenienti, che accontentino sia il giocatore sia la dirigenza.

Il miglior Alex Sandro conviene a tutti

La Juventus ha tutto l’interesse che Sandro ritrovi la migliore condizione. In primis, per ritrovare un perno dell’undici titolare: e poi per un motivo meramente economico. Una cosa è piazzare sul mercato “questo” Sandro. Un altro è restituirlo ai suoi livelli e ricavare il massimo possibile dalla cessione. Il ragionamento ha convinto anche il brasiliano che ha capito quanto sia importante tornare al rendimento della scorsa stagione per strappare un ingaggio da top player. Del resto, chi lo segue non ha problemi di portafoglio. Il Manchester United è pronto a rispondere all’offerta del Chelsea, che ha già messo sul piatto 70 milioni di euro per la Juventus e 6 per il calciatore. Una promessa che coincide con un’altra. Quella di tornare Alex Sandro. Sino a maggio. Poi se ne parlerà e si troverà la soluzione che accontenterà tutti.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy