Juve e Barcellona, che rimpianti: Suarez non è mai stato così prolifico…

Il Barcellona lo ha lasciato andare. La Juventus non è andata sino in fondo. E il pistolero spara come non mai per Simeone…

di Redazione Il Posticipo

Juventus e Barcellona alle prese con diversi problemi e un rimpianto comune: non poter contare su Luis Suarez. Il centravanti uruguaiano è stato lasciato andare senza troppi rimpianti dal Barcellona e nel contempo la Juventus non è andata sino in fondo alla trattativa per portarselo a Torino. Risultato: el Pistolero spara verso la rete avversaria come non è mai accaduto prima. Il 2020/2021, secondo lo studio riportato dal Mundo Deportivo, è in assoluto il suo miglior inizio di stagione.

SIMEONE – Mai come in questo caso, fra i due litiganti, il terzo gode. Simeone si sta giovando del miglior Suarez. Il centravanti, lo scorso weekend ha segnato la sua quarta rete in campionato con la maglia dei colchoneros. Un vero toccasana per il tecnico argentino che lo scorso anno ha sofferto l’assenza di un centravanti in grado di risolvere le partita. Morata, che è partito bene a Torino, lo scorso anno aveva contribuito alla causa con 16 reti. Una buon bottino, ma neanche minimamente paragonabile a quello di Suarez.

BOMBER – I numeri non mentono. Suarez, al netto dei suoi 33 anni, è al miglior inizio di campionato della sua carriera. Giocando 382 minuti, ha una media di un gol ogni 63′. E ha anche confezionato un assist. Cifre senza precedenti. Nel suoi anni in Catalogna, Suarez ha segnato 195 gol in 23387′ ovvero ogni 122′. La sua media all’Atletico non ha precedenti: in Olanda segnava ogni 120′ all’Ajax e ogni 195 a Groningen. In Inghilterra, con il Liverpool, necessitava di 183′ per trovare la via del gol.

PRECISO – Lo studio riportato dal quotidiano spagnolo evidenzia, oltre alla maggiore efficacia, anche una straordinaria precisione. L’Atletico Madrid crea meno occasioni da gol del Barcellona, ma evidentemente il suo gioco si adatta maggiormente alle caratteristiche del pistolero che ha avuto bisogno solo di 18 tiri per centrare il bersaglio. In pratica, Suarez ha bisogno di poco più di quattro palloni per metterne uno alle spalle del portiere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy