Juric si gode la vittoria e i giovani: “Kumbulla è un ragazzo serio e maturo”

Juric si gode la vittoria e i giovani: “Kumbulla è un ragazzo serio e maturo”

L’Hellas Verona abbina l’intensità al risultato. Una vittoria nata dallo spirito di sacrificio e da un gruppo quanto mai compatto.

di Redazione Il Posticipo

Questa volta l’intensità è abbinata ai risultati. L’Hellas Verona torna alla vittoria e va alla pausa di campionato con una dote niente male. Nove punti che pesano tantissimo in ottica salvezza. La squadra di Juric forse non sarà la più forte fra le potenziali pericolanti, ma di certo è fra le più unite e determinate. E mette in vetrina anche giovani di talento.

GRUPPO – Una squadra a immagine e somiglianza del proprio allenatore. Juric ha preteso e ottenuto dai suoi ragazzi intensità e sacrificio. L’impegno paga. L’Hellas è passato alla cassa con gli interessi. Juric analizza la vittoria sui blucerchiati ai microfoni di Sky Sport: “Sono soddisfatto. La squadra ha giocato una partita perfetta. I tre punti erano importanti, dopo avere ricevuto solo complimenti per le belle prestazioni. Sono orgoglioso dei ragazzi. Kumbulla l’ho voluto tenere in gruppo perché è  ragazzo serio e maturo, ha caratteristiche importanti”.

GIOCO  – Con queste premesse, la salvezza non è certo un miraggio. Anzi, potrebbe arrivare anche prima del previsto. Il percorso di crescita è passato attraverso il gioco. “Con la difesa a cinque abbiamo trovato la quadratura del cerchio. La squadra ha alcune individualità dalle caratteristiche superiori rispetto alla concorrenza. Non serve altro, soprattutto sul piano del fisico e tecnico. Parlo di ragazzi come Amrabat e Veloso. Stepinski ha la testa giusta per migliorare, farà meglio, ha una grande volontà”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy