Juric: “Se dovessimo lottare per l’Europa non cambieremo atteggiamento”

Juric: “Se dovessimo lottare per l’Europa non cambieremo atteggiamento”

L’Hellas Verona riparte e riprende da dove aveva lasciato. Prendendosi punti con forza, intensità, determinazione e voglia di raggiungere il risultato

di Redazione Il Posticipo

L’Hellas Verona riparte e riprende da dove aveva lasciato. Prendendosi punti con forza, intensità, determinazione e voglia di raggiungere il risultato. E con il Cagliari, anche a dispetto dell’inferiorità numerica porta a casa un risultato che vale il settimo posto in piena Europa League. Il tecnico analizza la sfida ai microfoni di DAZN.

SQUADRA- Ancora una volta Juric si gode tre punti figli del lavoro di squadra: “Abbiamo passato un momento difficile, ma siamo tornati alla normalità. Se devo fare un nome dico Radu, ha sopportato di tutto, anche la perdita della sorella, con grande professionalità. Questo è un gruppo straordinario di ragazzi che si divertono passando il tempo insieme. C’è stato qualche problema a livello fisico ma abbiamo vinto una partita importantissima, anche accumulando troppa adrenalina. Aspettavamo da troppo tempo di giocare. L’espulsione non ci stava e ha creato una partita assolutamente diversa. Ho cambiato presto per avere più possesso di palla e avere meno profondità ma gestire comunque il pallone”.

EUROPA-  Impossibile, adesso, non sognare in grande. Si è aperta una finestra con panorama Europa: “Noi inseguiamo la salvezza, la classifica si guarda da sola. Noi daremo il massimo sino alla fine, l’obiettivo era e ancora resta la salvezza. Poi dove arriviamo va bene, senza regalare nulla agli altri. Non escludo i sogni, affrontiamo ogni partita per portare a casa più punti possibili. Se dovessimo lottare per l’Europa non cambieremo atteggiamento, giocheremo sempre con grande intensità”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy