Draxler…ce l’ha ancora con Neymar: “Il PSG non è solo lui!”

Draxler…ce l’ha ancora con Neymar: “Il PSG non è solo lui!”

Draxler continua la sua battaglia mediatica: a Parigi c’è un’intera squadra e non solo… Neymar. Ora chiede cautela: così si destabilizza l’ambiente.

di Redazione Il Posticipo

Il calcio è un gioco di squadra. Su questo non ci piove… in teoria. Già, perché ogni squadra può avere un giocatore tecnicamente più bravo degli altri o una leggenda del club, ma non bisogna mai cadere nell’errore di dare visibilità a un solo giocatore. È quanto di più pericoloso possa accadere dentro a uno spogliatoio: attorno alla stella orbitano tutte le attenzioni mediatiche e in caso di possibile separazione… pare che non si possa più giocare a calcio senza questo o quel giocatore. Julian Draxler lo sa bene e torna a ripetere: “Il PSG non è solo Neymar” e avverte che così facendo si creano dei problemi ambientali.

PRAGMATISMO – Il pragmatismo dei tedeschi, probabilmente, non è solo un luogo comune. Julian Draxler è tra i giocatori tecnicamente più validi del calcio europeo. La sua “sfortuna” è quella di militare in un club che dopo esserselo accaparrato, non si è fatto problemi a cercare altri campioni da ingaggiare relegandolo in panchina. Il ragazzo, però, non ha perso lo spirito di squadra e vuole che sia la forza del collettivo ad essere messa in risalto. E se va via Neymar… pazienza! Il trequartista tedesco ha parlato a Le Figaro del nodo legato al brasiliano: “I rumors attorno a Neymar non mi disturbano a livello personale ma potrebbero causare dei malumori all’interno dello spogliatoio. Credo che a nessuno farebbe piacere leggere quello che stanno pubblicando. È una superstar. È sottinteso che Neymar sia un calciatore molto importante per noi ma…

LITI E RETROPASSAGGI… – “… Il PSG non è solo Neymar. Siamo impazienti di vedere cosa succederà“. Ed è ovvio che sia così: prima dell’arrivo del brasiliano, infatti, la fascia sinistra era affidata proprio a Draxler e chissà che non possa tornare lui in pole position in caso di partenza della “superstar“. In ogni caso, tra i due non sembra esserci un gran bel rapporto. Anche a febbraio il tedesco aveva espresso lo stesso concetto per via della preoccupazione attorno all’infortunio del brasiliano. E in passato i due hanno anche litigato pesantemente. Dopo la partita con il Montpellier, Neymar aveva alzato un po’ i toni nei confronti di Draxler, che lo aveva criticato: “Chi sei tu per dirmi cosa devo fare che sai solo passare la palla all’indietro?“, ha chiesto il verdeoro. Insomma, in caso di addio di O’Ney, il tedesco avrebbe una vita un po’ più serena? Evidentemente, non gli ha ancora perdonato la punzecchiata…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy