Juan Jesus, il top player dei Social Network

Sul campo non sarà osannato come i vari Ronaldo o Messi, ma sui social network Juan Jesus ha un seguito (e una simpatia) da far impallidire molti più blasonati colleghi.

di Francesco Cavallini

Sul campo non sarà osannato come i vari Ronaldo o Messi e, a dirla tutta, neanche come qualche più celebre collega di reparto. I vari Bonucci, Thiago Silva e Hummels, tanto per citarne tre, si piazzeranno sempre davanti a Juan Jesus nelle classifiche di rendimento e di apprezzamento. Eppure c’è un qualcosa in cui il difensore della Roma è davvero un…top player! E stiamo naturalmente parlando dei social network, dove il brasiliano, pur non essendo per gli standard odierni un “grandissimo nome” ha un seguito non indifferente e attraverso cui, volente o nolente, riesce sempre a far parlare di sé.

Juan Jesus e la sua campagna contro il razzismo

Partiamo da un punto fondamentale: libero di smentirci, ma Juan Jesus sembra non avere un social media manager. Da cosa lo deduciamo? Beh, dai copiosi e divertenti errori di ortografia tipici dei brasiliani. Quindi il difensore giallorosso cura da solo le sue pagine social o, almeno, quasi certamente quella Instagram. E, a differenza di colleghi molto più blasonati, sembra anche molto attivo nell’interagire con i suoi fan. Soprattutto con quelli che vanno un pochino troppo sopra le righe. Ben conscio che scrivere su un social non significa poter dire ciò che si vuole, Jesus è sempre molto impegnato nel porre all’attenzione del pubblico i casi di razzismo in cui si imbatte tra i suoi messaggi privati. Il calciatore della Roma è da sempre impegnato in una personalissima crociata per il rispetto ed il suo mettere alla berlina chi lo insulta su ha cominciato ad essere imitato anche da altri colleghi hanno riscontrato problemi simili.

Ora ci si mette la politica…

E se non bastassero le classiche (ed evitabilissime) polemiche sul colore della pelle del difensore, stavolta ci ha pensato la politica a mettere nei guai il centrale giallorosso. Nel mostrare ai suoi followers il bianco manto di neve che ricopre l’Ucraina e in particolare la città di Kharkiv, il difensore della Roma ha compiuto un errore “imperdonabile”, almeno secondo parte dei suoi fans. Chi ha attivato l’audio del video si è infatti ritrovato nelle orecchie una versione di Bella Ciao a fare da sfondo alla cartolina innevata che il brasiliano stava inviando. Apriti cielo, perché se c’è un periodo in cui qualsiasi cosa rischia di essere politicamente strumentalizzata, quello è il mese che precede le lezioni. Al punto che il difensore si è dovuto giustificare, facendo presente che il brano è tratto dalla colonna sonora di una serie TV spagnola e che la scelta non aveva nulla di politico. E anche oggi, non si parla di Juan Jesus domani, volendo mutuare il linguaggio giovanile.

Non solo polemiche, ma tanta simpatia…

Ma per fortuna (sua e dei suoi followers) la vita social di Juan Jesus non è tutta polemiche ed insulti. Anzi, proprio attraverso la sua simpatia, che traspare evidentemente attraverso i suoi post, il difensore si sta conquistando un pubblico sempre maggiore di aficionados e non solo tra i tifosi giallorossi. Uno dei suoi post più apprezzati è stato quello in risposta a Griezmann, che al momento del sorteggio dei gironi di Champions League aveva commentato l’accostamento con la Roma con un “me gusta“. E siccome la vendetta è un piatto che va servito freddo, il brasiliano ha aspettato che la Roma eliminasse l’Atletico Madrid per riproporre il tweet del francese e commentare sotto con un ironico “no gusta mas”. E via, con altri 1000 punti simpatia guadagnati da Juan Jesus, comprimario del pallone ma top player sui social network. juan jesus

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy