Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Jovic: “A Francoforte già più gol che a Madrid. Al Real non è facile, meglio un passo indietro”

PAMPLONA, SPAIN - FEBRUARY 09: Luka Jovic of Real Madrid scores his team's fourth goal during the La Liga match between CA Osasuna and Real Madrid CF at El Sadar Stadium on February 09, 2020 in Pamplona, Spain. (Photo by Juan Manuel Serrano Arce/Getty Images)

Dopo il suo ritorno in prestito all'Eintracht, l'attaccante serbo si è immediatamente ritrovato.

Redazione Il Posticipo

Luka Jovic è tornato a Francoforte. Dopo il suo ritorno all'Eintracht, l'ex giocatore del Real Madrid si è immediatamente ritrovato. Evidentemente la scelta di compiere un passo indietro ha pagato. Il ragazzo ha parlato in conferenza stampa nella sua presentazione ufficiale. Non ha rimpianti per aver lasciato Madrid. Forse un salto troppo grande. Le sue parole sono riprese da AS.

RITORNO - Aria di casa. E ritorno al gol. Ha già segnato di più in meno di 90' in tre partite che al Real: "Sono molto felice di essere tornato. Mi sento molto a mio agio e si vede in campo. Ho segnato due gol al Real Madrid e ora sono già a tre qui. Mi sento un privilegiato nel  tornare a Francoforte, dove mi hanno accolto meravigliosamente. Per adesso sono ancora in albergo poi cercherò casa ma non sarà un problema ambientarmi. La città è sempre la stessa".

 MILAN, ITALY - MARCH 14: Luka Jovic of Eintracht Frankfurt scores the opening goal during the UEFA Europa League Round of 16 Second Leg match between FC Internazionale and Eintracht Frankfurt at San Siro on March 14, 2019 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

MADRID - In Spagna non sono stato molto fortunato. Gli infortuni mi  hanno condizionato.  Mi sono allenato, però con i migliori calciatori del mondo e oggi posso considerarmi un calciatore più forte. Non ho avuto molta continuità di impiego ma l'esperienza accumulata mi lascia in eredità molti aspetti positivi. Zidane, a livello personale, è stato molto bravo, è un grande allenatore. Non è mai facile al Real, la pressione è sempre molto alta. Meglio fare un passo indietro a Francoforte. Per adesso non penso a un ritorno a Madrid, non devo dimostrare niente a nessuno. Sono concentrato sull'Eintracht, non studio  neanche più lo spagnolo".

PROSPETTIVE - A Francoforte sognano l'Europa che conta. La squadra è a ridosso della zona Champions. "Ritrovo una squadra migliore di quella che ho lasciato. Ci sono delle grandi individualità, la rosa è di ottimo livello. Deco ancora recuperare al 100%, sono ancora un po' arrugginito a livello muscolare, ma con il passare del tempo tutto migliorerà e presto sarò in grado di reggere tutti i 90' di gioco. Non mi sono prefissato un numero preciso di gol che voglio segnare con l'Eintracht. Sono sicuro che, se continueremo a giocare come nelle ultime partite, avremo occasioni per qualificarci in Champions League".