Jovic ancora sotto i riflettori: l’attaccante del Real chiede scusa a Stankovic per una frase polemica…

Jovic ancora sotto i riflettori: l’attaccante del Real chiede scusa a Stankovic per una frase polemica…

Jovic continua a far discutere. Stavolta è il caso di un’intervista riguardo il coronavirus. Una frase dell’ex Eintracht è stata interpretata come un attacco a Dejan Stankovic, E quindi, attraverso il proprio profilo Instagram, Jovic è stato costretto a chiedere scusa al protagonista del Triplete nerazzurro.

di Redazione Il Posticipo

Il caso Jovic continua a far discutere. L’attaccante del Real Madrid, rientrato in Serbia nonostante il Real fosse in isolamento, è finito sotto i riflettori della stampa del suo paese e le polemiche sembrano seguire ogni suo passo. Così come ogni sua dichiarazione. Stavolta è il caso di un’intervista, rilasciata al magazine digitale Objektiv riguardo il coronavirus. Una frase dell’ex Eintracht è stata interpretata come un attacco a Dejan Stankovic, leggenda di Lazio e Inter e attualmente tecnico della Stella Rossa. E quindi, attraverso il proprio profilo Instagram, Jovic è stato costretto a chiedere scusa al protagonista del Triplete nerazzurro.

RIFLETTORI – “Certo che aiuterò, l’ho sempre fato e non smetterò ora. Il fatto di non rendere pubblico quando aiuto qualcuno o come, non significa che io non lo faccia Mi sembra che le persone più solidali non siano per forza quelli che aiutano i più sfortunati quando tutti stanno guardando”. Una frecciata che la stampa serba ha subito collegato con la donazione fatta da Stankovic, che ha comprato respiratori e maschere per la sanità pubblica serba. Un tema, quello del Covid-19, che lo tocca da vicino, considerando che sua moglie e suo figlio Filip, che gioca nelle giovanili dell’Inter, vivono entrambi a Milano.

MESSAGGIO – Il quotidiano Blic ha cercato di mettersi in contatto con l’ex interista, ricevendo però un secco no comment. Ed è proprio all’articolo di Blic che Jovic si riferisce per mettere in chiaro la situazione. “Míster, spero che sappia che non mi riferivo a lei nè a nessuno di preciso. Rispetto e ammiro il suo lavoro e tutto quello che ha ottenuto nella vita. E sono felice che ci siano persone come lei, pronte ad aiutare il nostro popolo in un momento così difficile”. Pace fatta, dunque? Chissà. Perchè questi giorni hanno dimostrato che quando c’è di mezzo Jovic, può succedere davvero di tutto…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy