Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Josh Kroenke parla ai tifosi: “Volevamo il Barcellona, preferite lo Stoke. Abbiamo sbagliato, ma non vendiamo”

LONDON, ENGLAND - APRIL 11:  Two men walk past the sign for Arsenal Football Club's Emirates Stadium on April 11, 2011 in London, England. American businessman Stan Kroenke's company 'Kroenke Sports Enterprises' has increased its shareholding in Arsenal to 62.89% and will make an offer for a full takeover of the club. Mr Kronke first purchased 9.9% of Arsenal shares in 2007, today's deal values the Premier League club at 731m GBP.  (Photo by Oli Scarff/Getty Images)

L'Arsenal si confronta, seppur virtualmente, con i tifosi.

Redazione Il Posticipo

. Dopo quanto accaduto nelle scorse ore, con manifestazioni di protesta di tutti i tifosi delle "big Six" che avevano scelto la strada della Superlega, la proprietà ha aperto un forum con i tifosi. A rispondere alle domande, anche le più scomode, Josh Kroenke. Le sue dichiarazioni sono riprese dal Sun.

LONDRA - La famiglie Kroengke non ha esattamente un indice di gradimento altissimo nel North London. Anzi. Proprio per questo Josh,  direttore non esecutivo del club, ha precisato la sua volontà di creare un rapporto più fiduciario. "Voglio tornare a Londra. So che non abbiamo mai avuto molta fiducia da parte dei tifosi, è il momento di costruire un ponte fra gli USA e Londra e lo faremo. Siamo assolutamente convinti di voler continuare a investire nell'Arsenal, anche se siamo stati messi in una situazione complicata. Capisco che la fiducia sia scemata ma vogliamo dimostrare di essere in gradi di guidare questo club. Siamo custodi, non proprietari, dell'Arsenal".

LONDON, ENGLAND - APRIL 11:  Two men walk past the sign for Arsenal Football Club's Emirates Stadium on April 11, 2011 in London, England. American businessman Stan Kroenke's company 'Kroenke Sports Enterprises' has increased its shareholding in Arsenal to 62.89% and will make an offer for a full takeover of the club. Mr Kronke first purchased 9.9% of Arsenal shares in 2007, today's deal values the Premier League club at 731m GBP.  (Photo by Oli Scarff/Getty Images)

SUPERLEGA - I tifosi vogliono capire come e perché sia venuta in mente alla società di aderire alla Superlega. Al Forum era presente anche  Vinai Venkatesham , l'amministratore delegato dell'Arsenal Football. E anche lui ha spiegato cosa sia accaduto. "Nel momento in cui se ne parlava, noi sci siamo chiesti quale fosse il male minore. La formazione di un supercampionato europeo, o un torneo d'élite senza l'Arsenal. Vogliamo precisare che l'Arsenal non è stato assolutamente autore o ideatore di questo progetto. Semplicemente è passato un treno. Ci siamo chiesti cosa volessero i tifosi, ma anche preoccupati di rimanere indietro. Per questo abbiamo deciso di aderire". Ed è montata la protesta. Kroenke chiede scusa. Ha evidentemente sottovalutato la passione del North London. "Il tifoso globale apprezzerebbe molto un Arsenal - Barcellona. I tifosi inglesi, però, hanno un concetto diverso. Vogliono vedere le grandi partite, ma non rinunciare alle notti fredde a Stoke. E dunque, abbiamo sbagliato. Alla società è apparso immediatamente evidente che si era presa una pessima decisione. Dunque siamo usciti il più rapidamente possibile e chiediamo scusa a moltissime persone".