Jorge Jesus torna in Portogallo e se la prende con i giornalisti: “Dovreste beccarvi il virus!”

Jorge Jesus torna in Portogallo e se la prende con i giornalisti: “Dovreste beccarvi il virus!”

Il tecnico del Flamengo Jorge Jesus, dopo le controanalisi negative, torna in Portogallo. Ma all’aeroporto i giornalisti non rispettano le distanze di sicurezza e…lo fanno arrabbiare

di Redazione Il Posticipo

Il tecnico del Flamengo Jorge Jesus, che con il club brasiliano ha vinto l’ultimo campionato brasiliano e la Copa Libertadores, aveva fatto tremare il calcio brasiliano con un messaggio in cui spiegava di essere positivo al coronavirus. Ma evidentemente l’ex allenatore del Benfica non aveva fatto i conti con le controanalisi. E dal tampone più recente risulta che il suo era un falso positivo, un po’ come quello che ha coinvolto il presidente brasiliano Bolsonaro. Dunque, ecco spiegato perchè Jesus aveva dichiarato in un video sui social che nonostante il risultato del test lui si sentisse come se nulla fosse.

RESSA – Quindi il portoghese se n’è tornato in patria e all’aeroporto è stato atteso da parecchie persone. Come spiega Marca, non potevano certo mancare i giornalisti, che si sono accalcati attorno al sessantacinquenne, che è sceso dal suo aereo con guanti e mascherina. Precauzioni che invece gli inviati che lo aspettavano non hanno rispettato, non mantenendo la distanza di sicurezza e facendo infastidire non poco l’allenatore. Che prima ha chiesto di essere lasciato in pace e poi, continua il quotidiano spagnolo, ha reagito male ed è esploso in direzione dei giornalisti: “Dovreste beccarvi il virus!”. Non certo l’augurio migliore possibile in questo momento.

REAZIONE – Marca spiega però che Jorge Jesus non sta vivendo un momento molto tranquillo. Oltre al falso positivo nei suoi confronti, il Flamengo ha comunicato che alcuni membri del club, tra cui il vicepresidente, sono stati effettivamente contagiati dal Covid-19. E lo stesso allenatore ha di recente ricevuto la notizia che un suo vecchio collaboratore è stato uno dei primi portoghesi a perdere la vita a causa del coronavirus. Dunque, una reazione dovuta certamente allo stress, piuttosto che alla rabbia. Anche se, visto quello che gli è appena successo, forse il portoghese avrebbe dovuto evitare una frase così forte…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy