Jordi Alba…l’antipatico: “Sono uno dei giocatori più odiati del mondo del calcio, lo so benissimo…”

Jordi Alba è un’istituzione del calcio spagnolo e da quasi dieci anni è il titolare indiscusso e indiscutibile sulla fascia sinistra blaugrana. E ha una fama…abbastanza particolare: quando c’è da scegliere i calciatori più odiati della Liga, il suo nome spunta sempre fuori. Qualcosa di cui è ampiamente consapevole..

di Redazione Il Posticipo

Troppo giovane per essere tra i campioni del mondo del 2010, ma abbastanza precoce per finire tra quelli che hanno vinto l’Europeo due anni dopo, entrando anche nel tabellino della finale con l’Italia di Prandelli. Jordi Alba è un’istituzione del calcio spagnolo e da quasi dieci anni è il titolare indiscusso e indiscutibile sulla fascia sinistra blaugrana. Un calciatore di cui in fondo non si parla moltissimo, ma che nelle fortune della squadra catalana è stato sempre parecchio influente, visto che gioca sul lato di campo in cui la fa da padrone Leo Messi. Lo spagnolo, comunque, riesce a mettere tutti d’accordo in una maniera abbastanza particolare: quando c’è da scegliere i calciatori più odiati della Liga, il suo nome spunta sempre fuori.

ODIATO – Ma lui questo lo sa e, parlando a El Día Después, spiega che dopo tanti anni se n’è fatto serenamente una ragione. “Se mi si conosce solo per quello che faccio in campo, sono uno dei giocatori più odiati del mondo del calcio, lo so benissimo. Ma è il mio modo di giocare. La gente che mi conosce sul serio sa che sono umile e che il Jordi Alba calciatore non ha nulla a che vedere con il Jordi Alba amico e compagno di squadra. È il mio modo di giocare, sono un gran rompiscatole e capisco bene che chi non mi conosce può arrivare a odiarmi”. Anche perchè, oltre a porsi in maniera fastidiosa, lo spagnolo è anche un gran terzino. Logico dunque che gli avversari preferiscano vederlo il meno possibile.

(Photo by Laszlo Szirtesi/Getty Images)

MESSI – Sul rapporto con Messi, Jordi Alba non può certo mentire. Sono la coppia d’oro della fascia sinistra e da quasi dieci anni formano una partnership eccezionale. “Io e Leo ci cerchiamo tantissimo in campo, creiamo sempre pericoli e occasioni di gol. Se posso, cerco sempre di dare il pallone a lui, ma adesso che gli avversari lo sanno la passo anche agli altri compagni! Ma non sono situazioni su cui lavoriamo in allenamento, è una cosa che viene naturale”. E sul futuro della Pulce, cosa dice il terzino? Fa muro… “Da quando è iniziata la stagione, non ne abbiamo mai parlato. Io so che sono un calciatore migliore quando in campo ho accanto lui. E spero che possa rimanere ancora tanti anni al Barcellona, perchè sarebbe la cosa migliore per tutti”. Soprattutto per Jordi Alba…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy