Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Jordi Alba, basta chiedere passaggi: il treno del Barça… ha preso la patente

I calciatori, in genere, vanno agli allenamenti guidando. Jordi Alba, a 31 anni, lo ha fatto per la prima volta. Ora, finalmente, ha preso la patente di guida.

Redazione Il Posticipo

Di solito, al compimento dei diciotto anni di età, i ragazzi aspettano con ansia una cosa: prendere la patente di guida. Questo perché, potersi spostare senza la necessità di chiedere un passaggio a qualcun altro, regala un grande senso di libertà, autonomia e, perché no, maturità. Certo, non per tutti è così: c‘è chi non ha davvero bisogno dell’automobile magari perché abita abbastanza vicino alle sue attrazioni da poterci andare a piedi. Non era così ad esempio per Jordi Alba che, fino a pochi giorni fa, era costretto a farsi accompagnare all’allenamento dal padre o dal fratello. Ora, finalmente, ha preso la patente di guida.

LA PRIMA VOLTA - Quindi, tanti auguri a Jordi Alba per aver preso la patente... a 31 anni. Certo, non è mai troppo tardi per imparare qualcosa ma di certo è inusuale. Sì, come riporta il giornalista David Ibanez con un Tweet, nella mattinata del 4 luglio, per la prima volta c’è stato un avvistamento di Jordi Alba al volante all’interno della Ciudad Deportiva del Barcellona. “Oggi, per la prima volta abbiamo visto Jordi Alba guidare. Ha già la patente. Auguri. Così arrivava prudentemente questa mattina alla Ciudad Deportiva per l’allenamento del Barça”.

L’UNICO - Il terzino sinistro del Barcellona, fino ad oggi, non arrivava all’allenamento correndo come Kanté al Leicester City: veniva accompagnato da qualcuno. Il trentunenne era, infatti, come riporta la rivista spagnola Sport, il solo giocatore del Barcellona a non arrivare all’allenamento guidando la propria auto. Beh, va detto che a differenza di qualche collega, è arrivato sui giornali per aver preso la patente e non per essersela fatta ritirare o per esser stato fermato senza. E vista la guida da neopatentato, è molto probabile che vada più veloce a piedi come sanno bene i suoi tifosi, che in auto. I tempi del passaggio al lavoro per Alba sono terminati. Ora, forse, dovrà ricambiare il favore al padre e al fratello.