Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Joe Cole rimpiange un tridente d’oro: Suarez, Sterling e… se stesso

Joe Cole rimpiange un tridente d’oro: Suarez, Sterling e… se stesso

Joe Cole ricorda il suo sfortunato periodo al Liverpool e parla dei suoi rimpianti. Avrebbe voluto formare un tridente con Sterling e Suarez.

Redazione Il Posticipo

Cambiare lavoro, lasciare gli studi, lasciare uno sport o avere l’impressione che in una relazione non ci si sia impegnati abbastanza. Ognuno ha i propri rimpianti. Alla fine, tutti siamo chiamati a fare pace con noi stessi, a prendere atto di come stanno le cose e rendere migliore il presente smettendo di rimuginare. Certo, quando però, le occasioni perse sono state di un’importanza troppo grande è difficile farsene una ragione. Joe Cole, ex numero 10 del Liverpool, non si dà pace per il suo periodo di pessima forma fisica nel Merseyside e rimpiange di non aver formato un tridente con Suarez e Sterling.

RIMPIANTO - Joe Cole arriva nel Liverpool nell’estate del 2010 a parametro zero dal Chelsea. Il fantasista, capace di giocare abilmente sulla trequarti ma anche sull’esterno offensivo ha un enorme rimpianto che il Liverpool Echo riporta dall’intervista rilasciata all’ex compagno Jamie Carragher nel suo podcast. Suarez è arrivato nel gennaio del 2011 e hanno giocato insieme solo 6 mesi in quanto il numero 10 era stato mandato in prestito al Lille. Qualche mese dopo, esordiva Sterling col Liverpool. “Non è andata e ne sono devastato. Ho avuto un inizio difficile, ho giocato un paio di partite e poi sono stato buttato fuori alla prima di campionato”.

 (Photo by Dave Thompson/Pool via Getty Images)

6 MESI -Avrei voluto che andasse meglio. Avrei voluto giocare con Suarez e Sterling in un tridente offensivo. Avremmo potuto fare qualcosa di grande insieme ma il mio corpo non me l’ha concesso. Poi ho cominciato a sentire dei sussurri tramite il mio agente secondo i quali avrei potuto andarmene anche a gennaio”. Ovviamente, questa storia di Joe Cole fa riflettere su questo periodo di calciomercato in cui sembra vero tutto e il contrario di tutto e chiunque sogna di accogliere qualsiasi giocatore nella propria squadra. Meglio moderare un po’ gli entusiasmi perché come racconta Cole, davvero tutto può succedere.