Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Joe Cole incorona Tuchel, lo…Special Two: “Solo Mourinho ha avuto un impatto sul Chelsea maggiore del suo”

Joe Cole incorona Tuchel, lo…Special Two: “Solo Mourinho ha avuto un impatto sul Chelsea maggiore del suo” - immagine 1

Il 26 gennaio passato e presente si mescolano al Chelsea. È il compleanno di Josè Mourinho, ma è anche l'anniversario dell'arrivo sulla panchina della squadra londinese di Thomas Tuchel. E un ex fedelissimo dello Special One parla del tedesco...

Redazione Il Posticipo

Il 26 gennaio passato e presente si mescolano al Chelsea. È il giorno del compleanno di Josè Mourinho, lo Special One, colui che ha trasformato i Blues nello squadrone che tutti oggi conoscono. Ma è anche l'anniversario dell'arrivo sulla panchina della squadra londinese di Thomas Tuchel, che giusto un anno fa succedeva a Frank Lampard. Il tedesco ha rivoluzionato la squadra e, tra lo stupore generale, ha portato il Chelsea alla sua seconda Champions League, battendo in finale addirittura il Manchester City di Guardiola. Quanto basta per essere inserito nel novero dei tecnici più importanti della storia del club. Se poi a farlo è una leggenda dei Blues come Joe Cole, vuol dire che c'è decisamente da fidarsi.

COME MOU - L'ex trequartista, che è stato protagonista della prima esperienza di Mourinho a Stamford Bridge, ha parlato al Sun e ha espresso il suo parere sull'attuale allenatore del Chelsea, senza però dimenticare l'importanza che ha avuto il portoghese nel rivoluzionare la mentalità della squadra e della società. "Escludendo il primo periodo di Mourinho, Tuchel è quello che ha avuto l'impatto maggiore tra quelli che hanno allenato il Chelsea. Al centro sportivo è amato e rispettato da tutti. È stato una ventata d'aria fresca. Vincere la Champions League è un risultato incredibile, ma conta anche il modo in cui ha approcciato il lavoro e la squadra". In questo, spiega Cole, Tuchel è stato davvero eccezionale.

INTELLIGENZA - Il tutto in un ambiente che solitamente non aiuta molto i tecnici... "Il Chelsea è un club di successo, ma può essere un posto complicato. Parecchi allenatori, persino quelli con più esperienza, rischiano di crollare sotto la pressione che c'è. Ma il modo in cui i calciatori hanno risposto al suo arrivo è stato grandioso, non ci si poteva aspettare un primo anno migliore. Thomas è un uomo molto intelligente, che ha capito subito i calciatori, ma anche compreso lo stile e l'anima del club. Capisce la storia del Chelsea, la apprezza. Il che dice molto sulla sua intelligenza dal punto di vista delle emozioni. Chiunque all'interno del club spiega di sentirsi abbracciato da lui. Per ottenere un risultato del genere ci vuole parecchio carattere". O bisogna...essere Mourinho.