Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Joe Cole e lo scontro tra Mourinho e Carvalho: “Non giocherai mai più, metto il magazziniere al posto tuo!”

Joe Cole e lo scontro tra Mourinho e Carvalho: “Non giocherai mai più, metto il magazziniere al posto tuo!” - immagine 1

Cosa rende Josè Mourinho...lo Special One? Di certo il palmares e la capacità di costruire un gruppo di calciatori pronti a dare l'anima per lui. Ma come spiega Joe Cole, il portoghese è maestro anche quando c'è da sminuire un suo giocatore...

Redazione Il Posticipo

Cosa rende Josè Mourinho...lo Special One? Di certo il palmares, con i suoi 25 trofei vinti o, come preferisce chiamarli lui, "tituli". E poi c'è quella capacità di costruire un gruppo di calciatori pronti a dare l'anima (e se possibile anche di più) per il loro allenatore. Un qualcosa che al portoghese è riuscito in maniera particolare al Chelsea, come ricordano spesso i suoi giocatori dell'epoca. Ma Mou non è mai stato secondo a nessuno neanche quando si tratta...di litigare. Di scontri celebri il tecnico della Roma ne ha avuti molti, alcuni dei quali anche con i suoi calciatori. E quello che racconta Joe Cole al celebre podcast di Peter Crouch può entrare tranquillamente nella lista, viste le parole del tecnico...

CARVALHO - Cole spiega che Mou è il numero uno quando c'è...da criticare. "Josè era il migliore quando c'era da far sentire un calciatore sminuito". E l'esempio arriva con un aneddoto interessante, che riguarda lo Special One e uno dei suoi fedelissimi, il connazionale Ricardo Carvalho. Il difensore e il tecnico litigano e le cose prendono una piega...perlomeno particolare. "C'era Carvalho, ovviamente un grandissimo giocatore, che una volta ha litigato con Josè per qualcosa. E dopo una partita in cui non ha giocato, Mou gli ha detto: 'Tu non giocherai più per me, mai più'". Più facile a dirsi che a farsi, visto che nella prima esperienza al Chelsea il portoghese è sempre stato fondamentale per le sorti della squadra.

IL MAGAZZINIERE - Ma Mourinho è previdente e ha già la lista di chi giocherà al posto di Carvalho. "Ha detto: 'John Terry, numero uno, William Gallas, numero due, Robert Huth numero tre, un ragazzino è il numero quattro'. Per poi guardarsi intorno e aggiungere: 'Mick il magazziniere, faccio giocare Mick prima che giochi tu'. Ma Mick era un tizio di 50 anni con una pancia enorme!". Per chi se lo chiedesse, probabile che il Mick in questione fosse Mick Roberts, l'addetto alle maglie del Chelsea nei tempi in cui Mourinho era il boss a Stamford Bridge. Insomma, se persino uno come Carvalho non si è salvato dalle critiche dello Special One, meglio fare attenzione: Mou ne ha sempre una per tutti...