Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Joe Cole e il mito di Kantè al Chelsea: “È al livello di Lampard e Makelele, se vince ancora li supererà”

(Photo by Alex Grimm/Getty Images)

Si può dire che il transalpino è ai livelli di campioni che hanno scritto la storia del suo club? Per Joe Cole sì. Anzi, tra qualche altro anno potrebbe anche lui il mito assoluto del Chelsea...

Redazione Il Posticipo

Quanto conta il mediano nel calcio moderno? Tanto. Tantissimo. Ecco perchè tutti quanti nella loro squadra vorrebbero N'Golo Kanté. Il centrocampista è un uomo in più e senza di lui il Chelsea giocherebbe in dieci, quando è abituato a scendere in campo...in dodici! E pian piano lo stesso Kanté, che a diventare famoso neanche ci tiene poi troppo, sta assumendo uno status leggendario. E anche il palmares parla a suo favore: Campione d'Inghilterra per due volte consecutive con Leicester e Chelsea, Campione d'Europa con i Blues, Campione del Mondo nel 2018 con la Francia. Ma si può dire che il transalpino è ai livelli di campioni che hanno scritto la storia del suo club? Per Joe Cole sì.

PARAGONI - Il trequartista, che ha vissuto da vicino la prima era Mourinho, non ha dubbi. Parlando al sito del Chelsea, Cole ha spiegato che l'impatto di Kanté è talmente importante da poterlo paragonare a quelli che in passato sono stati dei veri e propri monumenti. "Credo che N'Golo sia assolutamente al livello di tutti i grandissimi centrocampisti della storia del club. Puoi metterlo a fianco a Frank Lampard, puoi paragonarlo a Claude Makelele. E se dovesse rimanere qualche altro anno e ottenere altri risultati, potrebbe persino superarli". Certo, complicato pensare di soppiantare una vera icona del Chelsea come Frankie, ma le vittorie contano e al momento Kanté non solo vince, ma è anche fondamentale nel processo.

INSOSTITUIBILE - Al punto che quando i Blues si trovano a scendere in campo senza di lui, la differenza si sente eccome. Cole lo spiega senza mezzi termini. "In termini di influenza sul campo, non credo che esista nel calcio mondiale un altro centrocampista in grado di influire di più sul gioco. Quando non c'è lui, il Chelsea soffre tantissimo. È l'unico calciatore della rosa che quando lo togli non sai come rimpiazzarlo. Un giocatore davvero speciale". Al punto che, come ha scritto lo stesso account del club durante la cavalcata verso la Champions vinta in finale con il Manchester City, sembra quasi vero che...il 71% della superficie terrestre è ricoperto d'acqua, mentre a coprire il resto...ci pensa N'Golo Kanté!